PALCOSCENICO

Eros Pagni allo Strehler nella notte dell’Innominato. Incubi “gotici” di Bosch a ridosso della carità cristiana del Manzoni

MILANO, mercoledì 20 ottobre ► (di Paolo A. Paganini) C’era una volta, tanto tempo fa, nella nostra non brillante carriera liceale, lo svogliato studio dei “Promessi sposi”. La noia delle “Grida”, il  segue

All’Elfo il teatro torna alla vita. Grande De Capitani. E Parigi non brucia. Mentre Bruni somiglia a Humphrey Bogart

MILANO, venerdì 15 ottobre ► (di Paolo A. Paganini) - Esattamente un anno fa, dopo una manciata di repliche, “Diplomazia”, in scena all’Elfo, venne interrotto per la seconda volta, a causa del  segue

Liolà: tutte lo vogliono, tutte lo cercano. E lui, cantando e godendo, le accontenta tutte. A sorpresa, finale di sangue

MILANO, mercoledì 13 ottobre ► (di Paolo A. Paganini) – “Liolà, Commedia campestre in tre atti”, in dialetto siciliano. Era il 1916. E Pirandello, che ancora non aveva scavato nel “pirandellismo”,  segue

Cinema

“Beast”. C’è un maniaco, sull’isola, che uccide le ragazze. E c’è Moll, che forse ama proprio lui. Ma chi è il Lupo Cattivo?

(di Patrizia Pedrazzini) - A una ventina di chilometri al largo delle coste francesi, nella Manica, c’è l’isola di Jersey, la più grande delle Isole cosiddette Anglo-Normanne. Atmosfere nordiche,  segue

L’angoscia disperata di una tragedia che si ripete. Il loop temporale del coreano “A Day”. Colpa, vendetta e perdono

(di Patrizia Pedrazzini) - Il loop temporale, altrimenti detto anello temporale, è un espediente narrativo nel quale il protagonista (o i protagonisti) di una vicenda si ritrova suo malgrado a  segue

Mostre

Un Realismo così realistico da essere inquietante. Spettrale, magico. In 80 capolavori la pittura italiana fra le due guerre

MILANO, martedì 19 ottobre ► (di Patrizia Pedrazzini) - Realismo magico. Quasi un ossimoro. Di fatto, la perfetta definizione che il critico d’arte di Monaco di Baviera Franz Roh, in un saggio sulla pittura tedesca contemporanea pubblicato nel 1925, ideò per il fenomeno artistico di portata transnazionale che caratterizzò l’intervallo fra le due guerre mondiali. Una modalità espressiva che, depurata dalle tensioni del Futurismo e dell’Espressionismo, lavorò alla resa di un’immagine nuova,  segue

I colori della terra e del cielo, le colline dell’infanzia. E i ritratti lievi dei grandi. A Milano 150 opere di Tullio Pericoli

(di Patrizia Pedrazzini) - A Milano, dove vive tuttora, approda nell’ormai lontano 1961, su pressione di Cesare Zavattini. Alle spalle si lascia le Marche, il natio piccolo borgo di Colli del Tronto, sulle colline picene, e gli studi di Giurisprudenza, inizialmente accettati per compiacere il padre, quindi interrotti per la sensazione di andare incontro a un futuro che non gli appartiene. C’è altro, dentro di lui: il disegno, la pittura, l’osservazione dei volti, dei caratteri, dei paesaggi.  segue

Libri

Casanova? seduttivo. Don Giovanni? predatorio. Woody Allen? impietoso. Tre modi di vivere il sesso. Ma il migliore?

(di Andrea Bisicchia) - Negli anni Sessanta-Settanta del Novecento furono pubblicati alcuni libri importanti sul desiderio, sull’erotismo, sulla perversione sessuale, sulla seduzione, sul feticismo, sul carattere simbolico, oltre che immaginario, del rapporto sessuale. Gli autori erano Sandor Lorand, Michael Balint, Lacan, Bataille, Marcuse. Tutti, in fondo, partivano dai “Tre contributi sulla teoria sessuale” (1905) di Freud che ebbe in Bataille un continuatore e in Lacan un vero  segue

Attraverso il digitale, inventariati e conservati i processi creativi toscani. E già si parla d’una mappatura nazionale

(di Andrea Bisicchia) - Un tempo, quando gli scrittori, i drammaturghi, i registi non erano tanti, si potevano fare delle scelte immediate e procedere, successivamente, a interventi teorici di tipo saggistico, con delle pubblicazioni che esprimevano valutazioni di carattere selettivo che venivano fatte a un anno dagli eventi editoriali e dalle stagioni teatrali, con le conseguenti rappresentazioni. Seguivano dei volumi che davano il rendiconto delle annate letterarie e di quelle teatrali,  segue