PALCOSCENICO

L’intenso cartellone del Menotti. Dopo lo spettro della chiusura, il teatro festeggerà i suoi primi cinquant’anni

MILANO, sabato 14 settembre - La Stagione 2019/20 del Teatro Menotti, festeggia il cinquantenario (1969/2019), proponendo un cartellone che punta, tra diversi generi e contaminazioni di prosa, musica,  segue

Al Pacta, “insolito palcoscenico” metropolitano di periferia, 69 titoli, novità e progetti speciali nel cartellone 2019/2020

MILANO, giovedì 12 settembre - Il PACTA SALONE, Primo Teatro metropolitano di Milano, apre la nuova stagione 2019-2020 il 18 ottobre 2019 con 69 spettacoli, 169 aperture di sipario, 13 produzioni e  segue

XXV stagione. Presentato da Accademia Perduta Romagna Teatri il cartellone 2019/2020 del Teatro Masini di Faenza

FAENZA (Ravenna), mercoledì 11 settembre ► (di Andrea Bisicchia) - Mentre sta godendosi il successo di due produzioni che circuiteranno nei teatri italiani: “La classe”, regia di Giuseppe Marini, e  segue

Cinema

Il massacro di Sharon Tate ♦ Tornano Aimée-Trintignant ♦ Rapporto uomo/natura ♦ Selfie d’amore ♦ In crisi per Beckett

► Mercoledì 18 settembre   C'ERA UNA VOLTA... A HOLLYWOOD (USA 2019) di Quentin Tarantino. Con Leonardo DiCaprio, Brad Pitt. Drammatico. 161 min. ● Rick Dalton, star di Hollywood in declino,  segue

Un gruppo di sessantenni fuori di testa, che giocano a fare gli adolescenti tra pazzie notturne e patetiche zingarate

(di Emanuela Dini) Nove anni dopo, stesso regista e stessi attori, stessa casa e stesso mare: “Grandi bugie tra amici” è il seguito di “Piccole bugie tra amici”, film di grande successo di cassetta  segue

Mostre

Al Palazzo Ducale le ceramiche che gli inglesi ritennero di Raffaello (“Raffaello ware”). Ma lui ne fu solo l’ispiratore

URBINO, mercoledì 4 settembre - Al Palazzo Ducale di Urbino dal 31 ottobre 2019 al 13 aprile 2020, saranno esposti 147 esemplari di maiolica rinascimentale italiana: una raccolta di altissimo livello, appartenente a un colto collezionista che ha concesso di esporre questa eccezionale collezione, in concomitanza con la grande mostra “Raffaello e gli amici di Urbino” promossa dalla Galleria Nazionale delle Marche al Palazzo Ducale dal 3 ottobre 2019 al 19 gennaio 2020. Ciascuna delle 147  segue

Un tuffo nella memoria tv degli italiani. Carosello. 20 anni con i più grandi nomi del cinema, del teatro e del design

PARMA, venerdì 9 agosto - La mostra “Carosello. Pubblicità e Televisione 1957-1977” - allestita alla Villa dei Capolavori, sede della Fondazione a Mamiano di Traversetolo, presso Parma, dal 7 settembre all’8 dicembre 2019 – segue, dopo due anni, la prima esposizione dedicata alla storia della pubblicità dal 1890 al 1957, che fu l’occasione per ripercorrere la nascita e l’evoluzione della comunicazione pubblicitaria e in particolare del manifesto. Se in quella prima tappa della storia della  segue

Libri

Gadda, documentarista dei particolari. Ma le sue meticolose cronache teatrali diventano magistrali lezioni di scrittura

(di Andrea Bisicchia) Il volume di Carlo Emilio Gadda: “Divagazioni e garbuglio”, Adelphi, raccoglie, in forma tematica, testi che Dante Isella aveva assemblato, in forma cronologica, in: “Saggi, Giornali, Favole” edito da Garzanti. Questa nuova versione è curata da Liliana Orlando, che ha ulteriormente arricchito con Note al Testo e con delle schede indispensabili per collocare storicamente i saggi dispersi. Il volume si inserisce nella pubblicazione dell’Opera omnia, di cui sono già usciti ben  segue

Un Dante per tutti i gusti e tutte le stagioni. Ma, in attesa del settecentesimo della morte, c’è anche un aspetto filosofico

(di Andrea Bisicchia) In attesa del settecentesimo anniversario della morte di Dante (1321-2021), i preparativi per una celebrazione in grande si lasciano intrappolare dagli effetti mediatici, senza badare a possibili esemplificazioni, se non banalizzazioni della Commedia, perché, a differenza delle altre opere, questa si presta a essere letta, drammatizzata, rappresentata, tanto che molti sono stati gli attori a utilizzarla, da Albertazzi a Benigni. C’è chi, per l’occasione, ha proposto il  segue