PALCOSCENICO

Morto di Covid, in Brasile, Ismael Ivo, ballerino, coreografo, già direttore del settore Danza della Biennale veneziana

VENEZIA, sabato 10 aprile - La notizia dell’improvvisa scomparsa di Ismael Ivo, stroncato dal Covid a 66 anni, in un ospedale di San Paolo, in Brasile, ha colpito profondamente la Biennale di Venezia,  segue

Streaming di aprile. In TV (e perfino al telefono). Il teatro non s’arrende. Anche se il governo fa orecchie da mercante

Venerdì 2 aprile, ore 19: MAGGIO MUSICALE FIORENTINO: Il Maestro Daniele Gatti dirige un concerto ispirato alla Pasqua. Programma: Franz Joseph Haydn: Sinfonia in fa minore Hob: I: 49, La passione;  segue

Avanti con lo streaming, e intanto dilaga la pandemia. Ma Riccardo Chailly, alla Scala con Brecht e Weill, è imperdibile

MILANO, venerdì 12 marzo - Il dittico formato da “Die sieben Todsünden” e “Mahagonny Songspiel” di Kurt Weill sarà trasmesso, come previsto, da Rai Cultura in differita streaming su RaiPlay e sul sito  segue

Cinema

Slittati di due mesi gli Oscar 2021. Saranno assegnati il 25 aprile. Previsioni e consensi. La prima volta di due registe

OSCAR 2021 - Gli Academy Awards 2021 hanno modificato il regolamento per andare incontro alle produzioni slittate durante i mesi di chiusura dei set e delle sale, e la 93esima edizione si terrà il 25  segue

Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia: la VI edizione della Biennale College Cinema – Virtual Reality

VENEZIA, martedì 23 marzo - La Biennale di Venezia ha dato il via alla 6a edizione (2021-2022) del progetto Biennale College Cinema – Virtual Reality, per lo sviluppo e la realizzazione di progetti di  segue

Mostre

Neorealismo e Spazialismo contro “l’arte di regime”. Ma ecco l’esasperato e doloroso realismo “popolare” di Ruffini

BAGNACAVALLO (RA), venerdì 19 febbraio ►(di Andrea Bisicchia) - Visitando la mostra di Giulio Ruffini, al Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo, si rimane colpiti dalla potente maniera, tutta romagnola, nell’affrontare il realismo nell’arte, alquanto allineata al neorealismo degli anni Cinquanta, quando è iniziata l’attività artistica di Ruffini, subito scoperto da un critico importante come Raffaele De Grada, che ne curò la prima monografia, edita dalla Bottega di Ravenna. Perché De  segue

Fondazione Ligabue. Cinque anni di esposizioni e presenze internazionali. E, in futuro, Palazzo Erizzo aperto al pubblico

VENEZIA, lunedì 8 febbraio - Compie 5 anni la Fondazione Giancarlo Ligabue. Cinque anni intensissimi di impegno nella cultura, nella ricerca, nello sviluppo della conoscenza. È tempo dunque di bilanci ma anche di programmi già definiti per il prossimo triennio. La base è a Venezia, ma dalla città lagunare lo sguardo della Fondazione Giancarlo Ligabue è sempre stato rivolto al mondo, per scoprire culture e civiltà diverse, interrogarsi su tanti fronti del sapere e dell’Umanità, della scienza e  segue

Libri

Se un velo ingannevole confonde somiglianza e identità, solo la maschera dell’ipocrisia può esistere tra l’Io e l’Altro

(di Andrea Bisicchia) - Tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, l’indagine sul concetto di identità si spostò dalla filosofia alla psicologia e alla psicoanalisi, col compito di capire in che modo la crisi di fine secolo avesse coinvolto la psiche dell’individuo, ovvero della persona, crisi che, in teatro, venne riferita al personaggio. Basterebbe pensare ai personaggi pirandelliani, la cui crisi identitaria corrispondeva alla crisi della coscienza, sempre più frammentata, tanto da  segue

Dall’idea di teatro “sensoriale” nacquero quattro sconcertanti spettacoli, tra cui “Edipo” (mezz’ora) per un solo spettatore

(di Andrea Bisicchia) - Il libro di Massimo Munaro, “La Tetralogia del Lemming”, edito da Il Ponte del Sale, è un’occasione per una breve riflessione su quanto è accaduto, sulla scena italiana, tra la fine degli anni Settanta e la fine degli anni Novanta, un ventennio che, un po' in sordina, riuscì a scardinare persino il successo degli Stabili, a dire il vero, anch’essi, in quegli anni, in cerca di identità. Massimo Munaro vive la sua esperienza di ricerca teatrale a Rovigo, città di  segue