PALCOSCENICO

Un glorioso teatro calabro ora vende vestiti? E due giovani riaccendono con successo le luci della ribalta. In un garage

VILLA SAN GIOVANNI (Reggio Calabria), lunedì 15 luglio ► (di Piero Lotito) Se nella vicina Reggio Calabria hanno chiuso lo storico Teatro Siracusa, il più antico della città (1922), dove hanno  segue

Ah, la mania delle idee. Far diventare Puccini un mafioso, ma che idea è? Cos’ha capito Woody Allen? Forse niente

MILANO, domenica 7 luglio ► (di Carla Maria Casanova) Forse avrebbe fatto bene a realizzare l’idea, seppur pessima, di mettere in scena “Gianni Schicchi” con personaggi tramutati in topolini (vedi  segue

Il folle delirio di vendetta del Capitano Achab contro la Balena Bianca. Ma infine sarà lui a soccombere alla fiocina

VERONA, venerdì 5 luglio ► (di Paolo A. Paganini) L’avventuroso romanzo “Moby Dick” (1851), di Herman Melville (1819-1891), ha avuto larga diffusione e diverse incursioni critiche, alcune di originali  segue

Cinema

10 milioni per far fuori il marito ♦ Edison vs Westinghouse ♦ Ebrei del Caucaso ♦ Skate Kitchen ♦ L’estetista spacciatrice

► Da giovedì 18 luglio SERENITY - L'ISOLA DELL'INGANNO (USA 2019) di Steven Knight. Con Matthew McConaughey, Anne Hathaway. Thriller. 106 min. ● In fuga dal passato, Baker Dill si è ritirato su  segue

Vacanze di lavoro per Spider-Man ♦ Ricucire un rapporto ♦ Un amico da vendicare ♦ Comunismo contro astrattismo

► Da mercoledì 10 luglio SPIDER-MAN: FAR FROM HOME (USA 2019) di Jon Watts. Con Zendaya, Marisa Tomei, Jake Gyllenhaal. Avventura. ● Spider-Man decide di partire per una vacanza in Europa insieme  segue

Mostre

Magnum, l’inizio. A Milano la prima mostra che l’agenzia fotografica allestì nel ’55. Otto miti dell’obbiettivo in 83 scatti

MILANO, giovedì 9 maggio ► (di Patrizia Pedrazzini) ◄ Quando, nel settembre del 2006, a Parigi Andrea Holzherr, oggi responsabile per le mostre e gli eventi culturali di Magnum Photos, aprì le due casse di legno piuttosto male in arnese che casualmente, durante un trasloco, erano state trovate in uno scantinato dell’Istituto francese di Innsbruck, quello che vide aveva del sorprendente. Vecchi pannelli di legno sui quali erano montate fotografie ingiallite ricoperte di polvere, sporco e muffa. E  segue

Dürer, tra Cristi, Santi e Madonne, dopo cinque secoli continua a stupire. Dal restaurato Palazzo Sturm di Bassano

BASSANO DEL GRAPPA, lunedì 22 aprile ► (di Paolo A. Paganini) Dopo quasi cinque secoli, stupisce ed ancora emoziona la certosina arte d’un artista dell’incisione che, a pochi anni dall’invenzione della stampa, in un certo senso veniva a integrare la composizione dei caratteri di stampa con decori, figure e personaggi. Ma è nella creazione in proprio che Albrecht Dürer (1471-1528), maestro del bulino, lasciò un segno innovatore nella xilografia, nell’incisione, nel disegno, in un’impressionante  segue

Libri

Le tante Winnie di “Giorni felici” nella magia di settanta scatti di Le Pera. Dalla gaiezza, all’ironia, al male di vivere

(di Andrea Bisicchia) Visto il suo immenso archivio, Tommaso Le Pera può disporre di un materiale tale da poter costruire delle monografie su autori, attori, spettacoli. Nel volume “Beckett & Beckett”, a cura della Fondazione Alda Fendi, ha raccolto settanta foto di un solo testo “Giorni felici”, dimostrando come la storia di un testo sia quella delle sue rappresentazioni. Qualcuno potrebbe obiettare che ci siano delle assenze, in particolare, l’edizione di Strehler con Giulia Lazzarini,  segue

Perché Shakespeare non voleva pubblicare i suoi sonetti? Forse ce n’è uno, nascosto, con la chiave del mistero

(di Andrea Bisicchia) Harold Bloom, autore del “Canone occidentale”, ritenne Shakespeare e Dante i due più eccelsi inventori di forme, di modelli, di regole, tali da costituire un “Canone”. Al contrario, il “Codice” è più legato ai “generi” ed è il prodotto di competenze disciplinari che possono essere anche di tipo trasversale. Elvira Siringo ha optato per quest’ultimo, scrivendo: “Codice Shakespeare”, nel quale le sue competenze spaziano dal mondo poetico a quello storico, da quello  segue