PALCOSCENICO

Tra storia, leggenda, sogno, realtà, simbologia. Una trama pazzesca. Dentro una grande radio anni Venti a tutta scena

MILANO, giovedì 7 novembre ► (di Carla Maria Casanova) – “Die ägyptische Helena”: Elena egiziaca, o egizia. Meglio ancora, Elena in Egitto. Non è la più bella, e nemmeno una delle più belle opere di  segue

La lucida e spietata vita d’un campione, ossessionato dal demone del tennis. Inquieto e infelice. E che ha vinto tutto

MILANO, mercoledì 6 novembre ► (di Emanuela Dini) - «Odio il tennis, lo odio con tutto il cuore, eppure voglio giocare ancora un po’», parole di André Agassi, il pluricampione del tennis, che ha vinto  segue

In “Macbeth”, l’anima veramente nera, si sa, è quella della Lady. Ma lui, sarà pure un pecorone, va anche oltre di suo

COMO, venerdì 1 novembre ► (di Carla Maria Casanova) - Quella di Macbeth è una storia che più au noir non si può. Si fa sempre notare che l’anima veramente nera sia quella della Lady, perché lui in  segue

Cinema

Sfida a Le Mans ♦ Cacciatori di zombie n. 2 ♦ Cucciolo di renna ♦ Casa dei fantasmi ♦ Ossessionato dal reggiseno

► Da giovedì 14 novembre ◄  LE MANS '66 - LA GRANDE SFIDA (USA 2019) di James Mangold. Con Matt Damon, Christian Bale. Azione. 152 min. ● Carroll Shelby, che nel '59 ha vinto la 24 ore di Le Mans,  segue

Un salto nel ‘74 ♦ Ragazze adescatrici ♦ Gli occhi d’un cane ♦ Furto per rivalsa ♦ Buzzati in cartoon ♦ N. Y. sommersa

►Da giovedì 7 novembre ◄   LA BELLE ÉPOQUE (Francia 2019) di Nicolas Bedos. Con Daniel Auteuil, Guillaume Canet, Doria Tillier, Fanny Ardant. Commedia. 110 min. ● Disegnatore disoccupato e  segue

Mostre

Milano e quei favolosi anni Sessanta. In mostra le immagini di un decennio “esagerato”. Fino al buio di piazza Fontana

MILANO, giovedì 7 novembre ► (di Patrizia Pedrazzini) - Dieci anni quasi esatti. Dall’inaugurazione, il 4 aprile 1960, del grattacielo in calcestruzzo armato allora più alto d’Europa (e terzo nel mondo), quello che per i milanesi è stato fin da subito il “Pirellone”, al 12 dicembre 1969: la bomba alla Banca Nazionale dell’Agricoltura di piazza Fontana, 17 morti, 87 feriti, l’inizio degli “Anni di piombo”. Un decennio indubbiamente “irripetibile” (ne sono convinti i curatori della mostra aperta a  segue

I Thannhauser, una storia d’arte e di collezionismo. A Palazzo Reale i capolavori dal Guggenheim di New York

MILANO, venerdì 18 ottobre ► (di Patrizia Pedrazzini) - Corre l’anno 1909 quando, a Monaco di Baviera, Heinrich Thannhauser, ebreo tedesco mercante d’arte, apre in città la Moderne Galerie, con una mostra inaugurale che raccoglie circa duecento opere di artisti francesi e tedeschi. Inizia così la storia di una famiglia di collezionisti tra i più noti d’Europa. Prima Heinrich, poi il figlio Justin. Dalla loro Galleria passano Kandinskij, Picasso, Degas, Van Gogh, Rousseau, i Futuristi italiani.  segue

Libri

Turbare l’anima dello spettatore davanti alla violenza, per renderlo complice e aiutarlo così a smascherare la realtà

(di Andrea Bisicchia) “Realismo globale” di Milo Rau, Editore Cue Press, è un libro necessario per meglio conoscere il regista, che, in questo ultimo decennio, ha fatto parlare di sé e del suo teatro d’impegno sociale, politico, anche se non proprio ideologico. Sfruttando certi eventi drammatici, diventati iconici, ha potuto portare in scena il mondo globalizzato, in particolare quello dei vinti, ricorrendo a un realismo che non ha nulla a che fare con quello di matrice naturalista, perché la  segue

Cinquant’anni di violenze, di morti eccellenti, di stragi e di collusioni fra Stato e mafia. Un romanzo che sa di teatro

(di Andrea Bisicchia) Gianni Bonina è un romanziere che ha scelto, come maestri, Andrea Camilleri, di cui ha curato, per Sellerio, una biografia, e Leonardo Sciascia che cita, più volte, nel suo nuovo romanzo, che sa molto di teatro: “AMMATULA”, edito da Castelvecchio. Perché ha scelto questi due maestri? Per continuare una tradizione narrativa che non smette di indagare il fenomeno mafioso, attraverso personaggi inventati, ma che corrispondono a quelli reali. “Ammatula” vuol dire qualcosa di  segue