Sfida a Le Mans ♦ Cacciatori di zombie n. 2 ♦ Cucciolo di renna ♦ Casa dei fantasmi ♦ Ossessionato dal reggiseno

Da giovedì 14 novembre ◄ 

LE MANS ’66 – LA GRANDE SFIDA (USA 2019) di James Mangold. Con Matt Damon, Christian Bale. Azione. 152 min. ● Carroll Shelby, che nel ’59 ha vinto la 24 ore di Le Mans, si dedica a progettare auto insieme all’amico Ken Miles. Accetteranno la sfida targata Ford di sconfiggere la Ferrari. E si batteranno per vincere una nuova 24 ore su un nuovo veicolo messo a punto da loro

ZOMBIELAND – DOPPIO COLPO (USA 2019) di Ruben Fleischer. Con Woody Harrelson, Jesse Eisenberg. Commedia horror. 99 min. Sequel di “Benvenuti a Zombieland” del 2009 ● Da dieci anni, due cacciatori di zombie, che formano un tenace sodalizio in una specie di stramba famiglia, vivono alla Casa Bianca, bonificata dagli zombie e ormai disabitata. Fuori intanto gli zombie evolvono per sopravvivere agli uomini

PUPAZZI ALLA RISCOSSA (USA 2019) di Robert Rodriguez, Kelly Asbury. Amimazione. 87 min. ● In un luogo allegro, stravagante e colorato, una comunità di pupazzi, sogna il Grande Giorno in cui verrà mandata nel mondo reale per avere un bambino da amare e da cui essere amata…

AILO – UN’AVVENTURA TRA I GHIACCi (Francia, Finlandia 2018) di Guillaume Maidatchevsky. Con Fabio Volo, Peter Franzén. Avventura. 86 min. ● Descrizione di una piccola renna nell’arco di sedici mesi, dal parto in primavera alla pubertà, attraverso paesaggi incontaminati e primitivi abitati da animali fantastici. E spesso molto pericolosi…

SONO SOLO FANTASMI (Italia 2019) di Christian De Sica, Brando De Sica. Con Christian De Sica, Carlo Buccirosso, Gianmarco Tognazzi, Gianni Parisi, Leo Gullotta. Commedia. 99 min. ● Un ex mago in bolletta e un napoletano, sottomesso a moglie e suocero settentrionali, sono due fratellastri. Dopo anni si incontrano a Napoli per la morte del padre, giocatore incallito e donnaiolo. La sperata eredità sfuma a causa dei debiti del padre. I tre, compreso un altro fratello nato dall’esuberante padre, hanno l’idea di sfruttare la superstizione napoletana, diventando degli acchiappa fantasmi…

THE BRA – IL REGGIPETTO (Germania, Azerbaidzhan 2018) di Veit Helmer. Con Predrag ‘Miki’ Manojlovic, Denis Lavant. Commedia. 90 min. ● In una città asiatica, il treno passa ancora in mezzo alle case portando con sé tutto ciò che il treno trascina via. Al termine dell’ultimo viaggio prima della pensione, un timido macchinista trova impigliato sul parabrezza un reggiseno. Ossessionato da quell’intimo indumento, l’uomo si mette a caccia della proprietaria del reggiseno, sognando finalmente l’amore

COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI (Italia 2019) di Igor Biddau. Con Francesco Malcom, Marina Kazankova, Rossella Brescia. Commedia. 90 min. ● La mancanza di prospettive lavorative, affettive e sociali spinge i protagonisti a cercare disperatamente nuove e più durature occasioni di vita. Sarà un crescendo di difficoltà tragicomiche, fino all’inevitabile fallimento

 

Un salto nel ‘74 ♦ Ragazze adescatrici ♦ Gli occhi d’un cane ♦ Furto per rivalsa ♦ Buzzati in cartoon ♦ N. Y. sommersa

Da giovedì 7 novembre ◄  

LA BELLE ÉPOQUE (Francia 2019) di Nicolas Bedos. Con Daniel Auteuil, Guillaume Canet, Doria Tillier, Fanny Ardant. Commedia. 110 min. ● Disegnatore disoccupato e disilluso accetta l’invito di un’agenzia che gli offre la possibilità di vivere un giorno della sua vita nell’epoca prediletta. L’uomo sceglierà di rivivere il 16 maggio 1974, quando, una sera, in un café di Lione, conobbe la donna che sarebbe diventata sua moglie, con la quale ha ora un momento di crisi…

PARASITE (Corea del Sud 2019) di Bong Joon-ho. Con Song Kang-ho, Sun-kyun Lee. Drammatico. 132 min. ● Un giovane vive, con sua sorella e i suoi genitori, in un disagevole appartamento sotto il livello della strada. Svolgono lavoretti umili per sbarcare il lunario, ma sempre con orgoglio e con qualche furbizia. La svolta arriva quando inizia a lavorare come insegnante d’inglese per la figlia di una ricca famiglia

LE RAGAZZE DI WALL STREET – BUSINESS I$ BUSINESS (USA 2019) di Lorene Scafaria. Con Jennifer Lopez, Constance Wu. Drammatico. 110 min. ● Un gruppo di lap dancer di Wall Street, travolto dalla crisi finanziaria del 2008, decide di mettersi in proprio per adescare e derubare ricchi clienti. Ma non sono avide, manca loro la fame di denaro. E una materia scabrosa e incandescente si perde per strada in un godibile intrattenimento di classe…

GLI UOMINI D’ORO (Italia 2019) di Vincenzo Alfieri. Con Fabio De Luigi, Edoardo Leo, Giampaolo Morelli. Noir. 110 min. ● A un impiegato delle Poste mancano tre mesi per andare in pensione e dedicarsi finalmente a una vita di sogno in Costa Rica. Ma, quando l’età pensionabile viene spostata di dieci anni avanti, l’impiegato decide di prendere il destino nelle sue mani. E, insieme con due amici, rapinerà l’ufficio postale

ATTRAVERSO I MIEI OCCHI (USA 2019) di Simon Curtis. Con Milo Ventimiglia e Amanda Seyfried. Drammatico. 109 min. ● La storia d’un cane che, attraverso il legame con il suo proprietario, un aspirante pilota di Formula Uno, acquisisce una straordinaria conoscenza della condizione umana, comprendendo che le tecniche necessarie in pista possono essere usate con successo anche nello straordinario viaggio della vita…

MOTHERLESS BROOKLYN – I SEGRETI DI UNA CITTÀ (USA 2019) di Edward Norton. Con Edward Norton, Willem Dafoe. Drammatico. 144 min. ● Lionel, nella New York degli anni 50, lavora presso un detective privato, che l’ha salvato dall’orfanotrofio. Lionel ha una memoria prodigiosa e una capacità estrema di collegare gli eventi. Ma soffre di un disturbo mentale: sente continuamente in testa una voce, che gli fa dire, fuori controllo, versi e parolacce. In questa condizione dovrà scoprire i motivi e i mandanti dell’omicidio dell’investigatore privato, al quale era affezionatissimo

LA FAMOSA INVASIONE DEGLI ORSI IN SICILIA (Francia, Italia 2019) di Lorenzo Mattotti. Con Toni Servillo, Antonio Albanese, Linda Caridi. Animazione. 82 min. ● Trasposizione dell’opera di Buzzati in un film per grandi e piccini. Tonio, il figlio del re degli orsi, viene rapito dai cacciatori nelle montagne della Sicilia. In seguito a un rigoroso inverno che minaccia una carestia, il re decide di invadere la piana dove vivono gli uomini. Con l’aiuto del suo esercito e di un mago, riesce a vincere e a ritrovare Tonio. Presto, però, si renderà conto che gli orsi non sono fatti per vivere nella terra degli uomini…

UNA CANZONE PER MIO PADRE (USA 2018) di Andrew Erwin, Jon Erwin. Con J. Michael Finley, Brody Rose. Biografico. 110 min. ● Bart Millard, a 18 anni, è costretto a lasciare il football a causa di un grave incidente in campo. Fortunatamente, grazie a un’insegnante di musica, scopre di possedere uno straordinario talento per il canto. Dopo alcuni anni, raggiunto il successo, scrive una celebre canzone, “I Can Only Imagine”, in onore del padre, con il quale c’erano state delle incomprensioni giovanili ed ora riconciliato nel ricordo, dopo la sua morte

DEEP – UN’AVVENTURA IN MEZZO AL MARE (Spagna, Svizzera, Belgio, USA, Cina, Gran Bretagna 2017) di Julio Sot o Gurpide. Con Stephen Hughes, Anna Vocino, Phil LaMarr. Animazione. 92 min. ● Nel 2100 il mondo è ormai un’immensa distesa d’acqua abitata solo da creature marine. Il coraggioso polpo Deep e i suoi amici vivono con la loro colonia nelle profondità dell’oceano. Quando un incidente distrugge la loro casa, comincerà un avvincente viaggio, alla scoperta di luoghi mozzafiato, dall’Artico alla città sommersa di New York, passando per il relitto del Titanic…

Ahmed, i cattivi maestri, le debolezze dell’adolescenza. I fratelli Dardenne e l’integralismo islamico nel Belgio di oggi

(di Patrizia Pedrazzini) “L’età giovane” (titolo originale “Le jeune Ahmed”), ultimo lavoro dei fratelli Jean-Pierre e Luc Dardenne (ai quali è valso il Premio per la miglior regia al Festival di Cannes), è una storia, senza dubbio, di cattivi maestri. Ma anche, e forse ancora di più, di fragilità adolescenziali, di debolezze caratteriali, di immaturità. E, forse, di speranza.
Nell’obbiettivo dei due registi belgi, da sempre attenti ai problemi e al quotidiano delle fasce più deboli della società, questa volta un tema di tragica attualità: l’integralismo islamico, la radicalizzazione, il fanatismo e la violenza che ne conseguono. Facile quindi che il film possa apparire anche come un atto d’accusa nei confronti dell’Islam. In realtà, non ci sono precisi “J’accuse” in questa pellicola, se non nei confronti dell’esaltazione, dell’intolleranza e, viene da aggiungere, della fragilità mentale di chi si presta a essere manipolato.
La storia. Ahmed, 13 anni, musulmano cresciuto nel Belgio di oggi, è oggetto dell’indottrinamento di un imam, Youssouf, del quale frequenta la piccola moschea e che professa ideali di purezza e di castigo. Il ragazzo già venera come eroe un cugino, martire dell’Islam, e facilmente si convince che la propria insegnante di lingua araba, Inès, musulmana, sia un’apostata. Il che fa scattare in lui la determinazione di ucciderla.
Ma, al di là della vicenda, che peraltro sfocia in un finale forse “aperto”, sicuramente non chiaro (il dubbio che il tredicenne non sia nemmeno allora sincero rimane), è sulla figura del giovane Ahmed che si focalizza l’attenzione dei registi. Sul suo isolarsi completamente da tutto il mondo che gli sta attorno, che rifiuta in blocco, e con il quale taglia ogni possibilità di comunicazione. La professoressa, che pure gli vuole bene e lo segue con cura, è una rinnegata; la madre, che si dispera e non sa più come fare per recuperare quel figlio ormai estraneo, è un’alcolizzata, perché beve vino a tavola; la sorella, che si veste e vive come una comune ragazza della sua età, è una prostituta. Quanto a lui, l’integralismo che ormai lo permea completamente, e che si manifesta in maniera compulsiva persino nella gestualità quotidiana, ripetitiva, ossessiva, apatica, fa sì che allontani da sé, o copra di insulti, chiunque non gli sia uguale, che abbia l’ossessione per l’igiene, che rifiuti il benché minimo contatto con l’altro sesso (“Non posso leggere il Corano con una donna”), che non riesca nemmeno a sfiorare gli animali. Tutto è impuro intorno ad Ahmed, per cui tutto è da combattere.
C’è qualche speranza, per il ragazzo, di affrancarsi da tutto questo? E il fatto che sia un adolescente, aiuta, o ne rende ancora più difficoltoso il “recupero”? Quanto dipende dai cattivi maestri, e quanto da chi si lascia manovrare?
Nei panni di Ahmed, Idir Ben Addi è bravissimo nel dare corpo al giovane fanatico, impermeabile alla bontà e alla gentilezza, chiuso e imperscrutabile: lo sguardo opaco, i gesti meccanici, gli scatti, la camminata goffa e “complessata” del ragazzino che è convinto di essere a posto con se stesso, ma in realtà nemmeno si conosce.
Quanto al film, a parte una certa lentezza, che peraltro non fa che rendere ancora più ansiogena e snervante la figura del protagonista, manca forse di qualche sfaccettatura in più. È come se tutto fosse o bianco o nero: i buoni e i cattivi, le vittime e i colpevoli, chi usa il cervello e chi l’ha mandato al macero. Certo, l’argomento non aiuta. Ma alla fine è come se l’immaturità di Ahmed fosse anche l’immaturità di un mondo non veramente all’altezza di farvi fronte.

Terminator n. 6 ♦ Addams da antologia ♦ Siani, un giorno da fiaba ♦ Cattivi maestri ♦ Vita e opere di Lucio Fulci

► Da giovedì 31 ottobre

TERMINATOR – DESTINO OSCURO (USA 2019) di Tim Miller. Con Arnold Schwarzenegger, Linda Hamilton. Fantascienza. 128 min. ● Il film, n. 6 della famosa serie, è il sequel del n. 2. Ora, un nuovo modello di Terminator viene inviato da Skynet, l’Intelligenza Artificiale che domina il futuro, per eliminare la giovane Dani Ramos. Ma interverrà Sarah Connor, divenuta negli anni una cacciatrice di Terminator

LA FAMIGLIA ADDAMS (USA 2019) di Conrad Vernon, Greg Tiernan. Con Virginia Raffaele, Pino Insegno, Loredana Bertè. Animazione. 105 min. ● Recupero dell’immaginario visivo dei fumetti originali di Charles Addams, l’uso brillante dell’umorismo. E alcune scene da antologia

IL GIORNO PIÙ BELLO DEL MONDO (Italia 2019) di Alessandro Siani. Con Alessandro Siani, Stefania Spampinato, Giovanni Esposito. Commedia. 104 min. ● Un piccolo teatro di avanspettacolo è prossimo al fallimento. L’eredità di un lontano zio dell’impresario sembrerebbe salvare la tragica situazione economica, ma in realtà non si tratta di denaro con cui pagare i creditori, ma dell’affido di due bambini, uno dei quali è però dotato di uno straordinario potere telecinetico

DOCTOR SLEEP (USA 2019) di Mike Flanagan. Con Ewan McGregor, Rebecca Ferguson. Horror. 151 min. ● Un trauma subito da bambino ha segnato la vita di Dan Torrance, il quale ora pensa di avere finalmente trovato una parvenza di pace. Ma questa illusione va in frantumi quando incontra Abra, un’adolescente coraggiosa con un potente dono extrasensoriale, noto come la “luccicanza”…

L’ETÀ GIOVANE (Belgio 2019) di Jean-Pierre Dardenne, Luc Dardenne. Con Idir Ben Addi, Olivier Bonnaud. Drammatico. 84 min. ● Un tredicenne entrato nella spirale dell’integralismo musulmano, è indottrinato e aizzato da un iman contro la sua insegnante di lingua araba. Un film-denuncia contro i cattivi maestri…

IL SEGRETO DELLA MINIERA (Slovenia, Bosnia-Herzegovina 2017) di Hanna Antonina Wojcik-Slak. Con Leon Lucev, Marina Redzepovic. Drammatico. 100 min. ● In una vecchia miniera è sepolto uno scomodo segreto. Un minatore, contro il volere delle autorità, vuole vederci chiaro

FULCI FOR FAKE (Italia 2019) di Simone Scafidi. Con Nicola Nocella, Davide Pulici, Camilla Fulci, Enrico Vanzina. Documentario. 92 min. ● Ex collaboratori di Lucio Fulci descrivono il suo talento, i suoi affetti, e inediti materiali fotografici, audio e video, illustrando l’arte e gli aspetti umani del regista, sceneggiatore e paroliere, scomparso nel 1996, uno dei più completi cineasti italiani…