Locarno 2019 – Apre Scamarcio con “Magari”, della Elkann. Chiuderà Kurosawa. In mezzo, Tarantino. E “Maradona”

NOSTRO SERVIZIO – LOCARNO (C.H.), martedì 6 agosto ► (di Marisa Marzelli) – Il Festival cinematografico di Locarno si apre il 7 agosto per concludersi con il Palmarès il 17. La novità più rilevante di questa 72ma edizione (il Festival sul Verbano ha la stessa età di Cannes) è il cambio di direzione artistica. A Carlo Chatrian, chiamato a dirigere la Berlinale, succede la parigina Lili Hinstin, 42 anni, già direttrice del Festival internazionale del film Entrevues Belfort. Laureata in lingue, letteratura e civiltà straniere con indirizzo filosofia a Parigi e Padova, ha fondato una casa di produzione e (dal 2005 al 2009) è stata responsabile delle attività cinematografiche dell’Accademia di Francia a Roma. È stata inoltre vice-direttrice artistica del Cinéma du Réel di Parigi (2011-2013).
Essendo rinnovata la direzione artistica (e il comitato di selezione) gli indirizzi della programmazione sono tutti da scoprire. Sebbene la vocazione locarnese a scovare nuovi talenti e l’attenzione al cinema giovane non dovrebbero essere messi in discussione. Però non mancheranno nemmeno alcune proposte di quelle che fanno drizzare le orecchie persino a chi il cinema lo frequenta solo occasionalmente. Infatti, la sera di sabato 10 agosto sarà proiettato sul gigantesco schermo di Piazza Grande Once Upon a Time… in Hollywood di Quentin Tarantino con Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie, reduce da Cannes e in anteprima rispetto alla programmazione nelle sale italiane (è atteso a settembre); invece la sera di Ferragosto, sempre in Piazza Grande, si proietterà Diego Maradona, ibrido tra biopic e documentario sul grande calciatore, del regista Asif Kapadia.
Tra gli ospiti internazionali spicca la due volte Premio Oscar per la migliore interpretazione Hilary Swank, che verrà premiata con il Leopard Club Award.
Riceverà il Pardo d’onore l’eccentrico regista indipendente americano John Waters, famoso in decenni passati come il “re del trash” e l’inventore del “cinema da odorare”; il Pardo alla carriera andrà al regista svizzero Fredi Murer e il nuovo Premio Utopia al critico e autore italiano Enrico Ghezzi, l’inventore della trasmissione tv notturna Fuori orario e uno dei creatori di Blob.
Le proiezioni serali in Piazza Grande si apriranno con l’opera prima Magari (coproduzione italo-francese) di Ginevra Elkann, interpretata da Alba Rohrwacher e Riccardo Scamarcio, e si concluderanno sabato 17 con To the Ends of the Earth del giapponese Kiyoshi Kurosawa.
Nel mezzo, un’altra quindicina di altri titoli.
Sono 17 i film del Concorso internazionale, in gara per il Pardo d’oro. Tra le complessive dodici sezioni proposte: il secondo concorso, Cineasti del presente, riservato a una quindicina di opere prime, seconde o terze (documentari o fiction) di cineasti emergenti; i Pardi di domani consacrati al cortometraggio; Fuori concorso; Histoire(s) du cinéma; Open Doors (focus su diverse regioni del sud e dell’est del mondo); la Retrospettiva; la vetrina di film svizzeri recenti e altro ancora.

Maggiori informazioni e tutti i programmi su:
www.locarnofestival.ch

Spinoff di Fast & Furious ♦ Terremoto a Oslo ♦ Solo un giorno e poi l’espulsione ♦ Scomparsa nella città mineraria

►Da giovedì 8 agosto 

FAST & FURIOUS – HOBBS & SHAW (USA, Gran Bretagna 2019) di David Leitch. Con Dwayne Johnson, Jason Statham. Avventura. 134 min. ● Spinoff della famosa serie. Qui, Un’agente dell’MI6, per impedire il furto di un micidiale virus che potrebbe decimare l’intera razza umana, si inietta le capsule della malattia e si dà alla fuga, seminando il micidiale superuomo Brixton. La CIA, per impedire che il virus venga diffuso, si affida agli irruenti ma efficaci Luke Hobbs e Deckard Shaw…

THE QUAKE – IL TERREMOTO DEL SECOLO (Norvegia 2019) di John Andreas Andersen. Con Kristoffer Joner, Ane Dahl Torp. Thriller. 106 min. ● Il geologo Kristian Elkjord è un uomo la cui vita privata è appesa a un filo: l’ossessione verso il suo lavoro lo ha portato a separarsi dalla moglie Idun e a trascurare i due figli: lo studente universitario Sondre e la piccola Julia. La sua grande esperienza e il suo intuito di geologo lo portano a scoprire che Oslo è minacciata da un catastrofico terremoto

IL SOLE È ANCHE UNA STELLA (USA 2019) di Ry Russo-Young. Con Yara Shahidi, Gbenga Akinnagbe. Drammatico. 100 min. ● Una ragazza di origini giamaicane è stata espulsa con tutta la sua famiglia dagli Stati Uniti: le resta solo un giorno prima di fare la valigia per tornare nel paese che ha lasciato da bambina. Per quanto si sforzi di trovare una soluzione, il trasferimento sembra inevitabile

GOLDSTONE – DOVE I MONDI SI SCONTRANO (Australia 2016) di Ivan Sen. Con Alex Russell, Jacki Weaver. Thriller. 110 min. ● Il detective di origini aborigene Jay Swan viene inviato a Goldstone, una città mineraria nel deserto australiano, per indagare sulla scomparsa di una ragazza asiatica. Coinvolta nel giro della prostituzione? Qui l’uomo incontra subito l’opposizione del giovane poliziotto Josh e subisce le velate minacce della sindaca Maureen e del direttore della miniera…

SANGUE NELLA BOCCA (Italia, Argentina 2017) di Hernàn Belòn. Con Leonardo Sbaraglia, Eva De Dominici, Erica Banchi. Drammatico. 97 min. ● Un pugile professionista di Buenos Aires, quarantenne e padre di famiglia, ritiratosi dopo aver vinto l’ennesimo titolo, incontra Débora, una giovane pugile colombiana che si allena nella sua palestra. Coinvolto in una torrida relazione, la sua vita ne uscirà stravolta…

Ospedale per criminali ♦ La lottatrice di wrestler ♦ Amiche sovrappeso ♦ Vite di traverso ♦ Pugile messo KO per amore

► Da giovedì 1 agosto

HOTEL ARTEMIS (Gran Bretagna 2018) di Drew Pearce. Con Jodie Foster, Sterling K. Brown. Thriller. 94 min. ● Una misteriosa infermiera gestisce un ospedale sotterraneo per curare i criminali più pericolosi di Los Angeles, ma concepito sul principio della fiducia e dove ogni forma di violenza è severamente vietata. Qui, riparano quattro uomini, con i volti coperti da maschere a teschio, che hanno appena fallito un colpo in banca finendo in uno scontro a fuoco con la polizia

UNA FAMIGLIA AL TAPPETO (USA, Gran Bretagna 2019) di Stephen Merchant. Con Dwayne Johnson, Lena Headey. Biografico. 108 min. ● La lottatrice di wrestler, Paige Knight, cresciuta in Inghilterra in una famiglia di lottatori, viene convocata dall’americana World Wrestling Entertainment, la lega più importante del wrestling. Paige vede realizzarsi il sogno di una vita. Ma dovrà adattare il proprio stile alle regole della WWE…

DOLCISSIME (Italia 2019) di Francesco Ghiaccio. Con Giulia Barbuto, Alice Manfredi, Margherita De Francisco. Commedia. 85 min. ● Tre adolescenti, grandi amiche e di “taglia larga”, sono oggetto di scherno e di offese. La madre di una delle ragazze, già campionessa ed ora allenatrice di nuoto sincronizzato, le iscrive a un corso di aquagym. Ma la rivalità fra le tre ragazze e un’altra ragazza dalle misure perfette creerà una situazione dai risvolti imprevedibili

ISABELLE – L’ULTIMA EVOCAZIONE (USA, Canada 2018) di Robert Heydon. Con Adam Brody, Amanda Crew. Horror. 81 min. ● Una coppia felice, lui avvocato, lei in attesa del primo figlio, si trasferisce in un quartiere residenziale. Ma una ragazza della porta accanto, silenziosa e inquietante, li spia dalla finestra del piano di sopra. E la donna improvvisamente accusa fitte di dolore alla pancia, e il figlio nascerà senza vita

NEVERMIND (Italia 2018) di Eros Puglielli. Con Paolo Sassanelli, Andrea Sartoretti, Giulia Michelini. Commedia. 110 min. ● Alcuni personaggi dalla “vita di traverso” (uno psicologo ripetutamente investito, una babysitter senza bambini, un imprenditore senza capitale, un cuoco paranoico, un avvocato che ha problemi con l’intimo) s’incrociano per le strade di Roma, in un universo di follia e di assurdità

TESNOTA (Francia 2017) di Kantemir Balagov. Con Atrem Cipin, Olga Dragunova. Drammatico. 118 min. ● Una famiglia ebrea viene sconvolta dal rapimento del figlio minore. Evita la polizia e si stringe nella comunità di appartenenza, ma i conflitti latenti esplodono e Ilana, la sorella, si ritrova a lottare contro tutto e tutti

SANGUE NELLA BOCCA (Italia, Argentina 2017) di Hernàn Belòn. Con Leonardo Sbaraglia, Eva De Dominici, Erica Banchi. Drammatico. 97 min. ● Un pugile professionista di Buenos Aires, quarantenne e padre di famiglia, ritiratosi dopo aver vinto l’ennesimo titolo, incontra una giovane pugile colombiana che si allena nella sua palestra. La vita del pugile, coinvolto in una torrida relazione, sarà stravolta

Ecco tutti i film in concorso alla 76ma Mostra del Cinema di Venezia. Tre gli italiani: Marcello, Maresco e Martone

VENEZIA, venerdì 26 luglio – Sarà la regista argentina Lucrecia Martel a presiedere la Giuria internazionale del Concorso della 76ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia (28 agosto – 7 settembre 2019), che assegnerà il Leone d’oro per il miglior film e gli altri premi ufficiali, cioè:

– Leone d’Oro per il miglior film
– Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria
– Leone d’Argento – Premio per la migliore regia
– Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile
– Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile
– Premio per la migliore sceneggiatura
– Premio Speciale della Giuria
– Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente

Sono 3 i film italiani in concorso: “Martin Eden” di Pietro Marcello, “La mafia non è più quella di una volta” di Franco Maresco e “Il sindaco del rione Sanità” di Mario Martone. Fuori concorso saranno presentati “Tutto il mio folle amore” di Gabriele Salvatores e “Vivere” di Francesca Archibugi.

TUTTI I FILM IN CONCORSO

“La vérité”, Kore-eda Hirokazu (Francia, Japan) – FILM D’APERTURA
“The Perfect Candidate”, Haifaa Al-Mansour (Arabia Saudita, Germania)
“About Endlessness”, Roy Andersson (Svezia)
“Wasp Network”, Olivier Assayas (Francia, Belgio)
“No.7 Cherry Lane”, di Yonfan (Hong Kong)
“Marriage Story”, Noah Baumbach (Stati Uniti d’America)
“Guest of Honor”, Atom Egoyan (Canada)
“Ad Astra”, James Gray (Stati Uniti d’America)
“A Herdade”, Tiago Guedes (Portogallo, Francia)
“Gloria Mundi”, Robert Guediguian (Francia)
“Waiting For The Barbarians”, Ciro Guerra (Italia)
“Ema”, Pablo Larrain (Cile)
“Saturday Fiction”, Lou Ye (Cina)
“Martin Eden”, Pietro Marcello (Italia, Francia, Germania)
“La Mafia non è più quella di una volta”, Franco Maresco (Italia)
“The Painted Bird”, Vaclav Marhoul (Republica Ceca)
“Babyteeth”, Shannon Murphy (Australia)
“Il sindaco del Rione Sanità”, di Mario Martone (Italia)
“Joker”, Todd Phillips (Stati Uniti d’America)
“J’accuse”, Roman Polanski (Francia)
“The Laundromat”, Steven Soderbergh (Stati Uniti d’America)

FUORI CONCORSO – Fiction

“The Burnt Orange Heresy”, Giuseppe Capotondi (Regno Unito, Italia) – FILM DI CHIUSURA
“Seberg”, Benedict Andrews (Stati Uniti d’America)
“Vivere”, Francesca Archibugi (Italia)
“Mosul”, Matthew Michael Carnahan (Stati Uniti d’America)
“Adults in the Room”, Costa-Gavras (Francia, Grecia)
“The King”, David Michod (Regno Unito, Ungheria)
“Tutto il mio folle amore”, Gabriele Salvatores (Italia)

FUORI CONCORSO – Non Fiction

“Woman”, Yann Arthus-Bertrand, Anastasia Mikova (Francia)
“Roger Waters: Us + Them”, Roger Waters (Regno Unito)
“I Diari di Angela – Noi Due Cineasti. Capitolo Secondo.”, Yervant Gianikian, Angela Ricci Lucchi (Italia)
“Citizen K”, Alex Gibney (Regno Unito, Stati Uniti d’America)
“Citizen Rosi”, Didi Gnocchi, Carolina Rosi (Italia)
“The Kingmaker”, Lauren Greenfield (Stati Uniti d’America)
“State Funeral”, Sergei Loznitsa (Olanda, Lituania)
“Collective”, Alexander Nanau (Romania, Lussemburgo)
“45 Seconds of Laughter”, Tim Robbins (Stati Uniti d’America)
“Il pianeta in mare”, Daniele Segre (Italia)

FUORI CONCORSO – Proiezioni speciali

“No One Left Behind”, Guillermo Arriaga (Messico)
“Electric Swan”, Konstantina Kotzamani (Francia, Grecia, Argentina)
“Irreversible – Inversion Integrale”, Gaspar Noe (Francia)
“ZeroZeroZero” (Episodi 1 e 2), Stefano Sollima (Italia, Francia)
“The New Pope” (Episodi 2 e 7), Paolo Sorrentino (Italia, Stati Uniti d’America)
“Never Just a Dream: Stanley Kubrick And Eyes Wide Shut”, Matt Wells (Regno Unito)
“Eyes Wide Shut”, Stanley Kubrick (Stati Uniti d’America, Regno Unito)

ORIZZONTI

“Pelican Blood”, Katrin Gebbe (Germania, Bulgaria)
“Zumiriki”, Oskar Alegria (Spagna)
“Bik Eneich – Un Fils”, Mehdi M. Barsaoui (Tunisia, Francia, Libano, Qatar)
“Blanco en Blanco”, Theo Court (Spagna, Cile, Francia, Germania)
“Mes Jours de Gloire”, Antoine De Bary (Francia)
“Nevia”, Nunzia De Stefano (Italia)
“Moffie”, Oliver Hermanus (Sud Africa)
“Hava, Maryam, Ayesha”, Sahara Karimi (Afghanistan)
“Rialto”, Peter Mackie Burns (Irlanda)
“The Criminal Man”, Dmitry Mamuliya (Georgia, Russia)
“Revenir”, Jessica Palud (Francia)
“Giants Being Lonely”, Great Patterson (Stati Uniti d’America)
“Balloon”, Pema Tseden (Cina)
“Verdict”, Raymund Ribas Gutierrez (Filippine)
“Just 6.5”, Saeed Roustaee (Iran)
“Shadow of Water”, Sasidharan Sanal Kumar (India)
“Sole”, Carlo Sironi (Italia)
“Madre”, Rodrigo Sorogoyen (Spagna, Francia)
“Atlantis”, Valentyn Vasyanovych (Ucraina)