Ahmed, i cattivi maestri, le debolezze dell’adolescenza. I fratelli Dardenne e l’integralismo islamico nel Belgio di oggi

(di Patrizia Pedrazzini) “L’età giovane” (titolo originale “Le jeune Ahmed”), ultimo lavoro dei fratelli Jean-Pierre e Luc Dardenne (ai quali è valso il Premio per la miglior regia al Festival di Cannes), è una storia, senza dubbio, di cattivi maestri. Ma anche, e forse ancora di più, di fragilità adolescenziali, di debolezze caratteriali, di immaturità. E, forse, di speranza.
Nell’obbiettivo dei due registi belgi, da sempre attenti ai problemi e al quotidiano delle fasce più deboli della società, questa volta un tema di tragica attualità: l’integralismo islamico, la radicalizzazione, il fanatismo e la violenza che ne conseguono. Facile quindi che il film possa apparire anche come un atto d’accusa nei confronti dell’Islam. In realtà, non ci sono precisi “J’accuse” in questa pellicola, se non nei confronti dell’esaltazione, dell’intolleranza e, viene da aggiungere, della fragilità mentale di chi si presta a essere manipolato.
La storia. Ahmed, 13 anni, musulmano cresciuto nel Belgio di oggi, è oggetto dell’indottrinamento di un imam, Youssouf, del quale frequenta la piccola moschea e che professa ideali di purezza e di castigo. Il ragazzo già venera come eroe un cugino, martire dell’Islam, e facilmente si convince che la propria insegnante di lingua araba, Inès, musulmana, sia un’apostata. Il che fa scattare in lui la determinazione di ucciderla.
Ma, al di là della vicenda, che peraltro sfocia in un finale forse “aperto”, sicuramente non chiaro (il dubbio che il tredicenne non sia nemmeno allora sincero rimane), è sulla figura del giovane Ahmed che si focalizza l’attenzione dei registi. Sul suo isolarsi completamente da tutto il mondo che gli sta attorno, che rifiuta in blocco, e con il quale taglia ogni possibilità di comunicazione. La professoressa, che pure gli vuole bene e lo segue con cura, è una rinnegata; la madre, che si dispera e non sa più come fare per recuperare quel figlio ormai estraneo, è un’alcolizzata, perché beve vino a tavola; la sorella, che si veste e vive come una comune ragazza della sua età, è una prostituta. Quanto a lui, l’integralismo che ormai lo permea completamente, e che si manifesta in maniera compulsiva persino nella gestualità quotidiana, ripetitiva, ossessiva, apatica, fa sì che allontani da sé, o copra di insulti, chiunque non gli sia uguale, che abbia l’ossessione per l’igiene, che rifiuti il benché minimo contatto con l’altro sesso (“Non posso leggere il Corano con una donna”), che non riesca nemmeno a sfiorare gli animali. Tutto è impuro intorno ad Ahmed, per cui tutto è da combattere.
C’è qualche speranza, per il ragazzo, di affrancarsi da tutto questo? E il fatto che sia un adolescente, aiuta, o ne rende ancora più difficoltoso il “recupero”? Quanto dipende dai cattivi maestri, e quanto da chi si lascia manovrare?
Nei panni di Ahmed, Idir Ben Addi è bravissimo nel dare corpo al giovane fanatico, impermeabile alla bontà e alla gentilezza, chiuso e imperscrutabile: lo sguardo opaco, i gesti meccanici, gli scatti, la camminata goffa e “complessata” del ragazzino che è convinto di essere a posto con se stesso, ma in realtà nemmeno si conosce.
Quanto al film, a parte una certa lentezza, che peraltro non fa che rendere ancora più ansiogena e snervante la figura del protagonista, manca forse di qualche sfaccettatura in più. È come se tutto fosse o bianco o nero: i buoni e i cattivi, le vittime e i colpevoli, chi usa il cervello e chi l’ha mandato al macero. Certo, l’argomento non aiuta. Ma alla fine è come se l’immaturità di Ahmed fosse anche l’immaturità di un mondo non veramente all’altezza di farvi fronte.

Terminator n. 6 ♦ Addams da antologia ♦ Siani, un giorno da fiaba ♦ Cattivi maestri ♦ Vita e opere di Lucio Fulci

► Da giovedì 31 ottobre

TERMINATOR – DESTINO OSCURO (USA 2019) di Tim Miller. Con Arnold Schwarzenegger, Linda Hamilton. Fantascienza. 128 min. ● Il film, n. 6 della famosa serie, è il sequel del n. 2. Ora, un nuovo modello di Terminator viene inviato da Skynet, l’Intelligenza Artificiale che domina il futuro, per eliminare la giovane Dani Ramos. Ma interverrà Sarah Connor, divenuta negli anni una cacciatrice di Terminator

LA FAMIGLIA ADDAMS (USA 2019) di Conrad Vernon, Greg Tiernan. Con Virginia Raffaele, Pino Insegno, Loredana Bertè. Animazione. 105 min. ● Recupero dell’immaginario visivo dei fumetti originali di Charles Addams, l’uso brillante dell’umorismo. E alcune scene da antologia

IL GIORNO PIÙ BELLO DEL MONDO (Italia 2019) di Alessandro Siani. Con Alessandro Siani, Stefania Spampinato, Giovanni Esposito. Commedia. 104 min. ● Un piccolo teatro di avanspettacolo è prossimo al fallimento. L’eredità di un lontano zio dell’impresario sembrerebbe salvare la tragica situazione economica, ma in realtà non si tratta di denaro con cui pagare i creditori, ma dell’affido di due bambini, uno dei quali è però dotato di uno straordinario potere telecinetico

DOCTOR SLEEP (USA 2019) di Mike Flanagan. Con Ewan McGregor, Rebecca Ferguson. Horror. 151 min. ● Un trauma subito da bambino ha segnato la vita di Dan Torrance, il quale ora pensa di avere finalmente trovato una parvenza di pace. Ma questa illusione va in frantumi quando incontra Abra, un’adolescente coraggiosa con un potente dono extrasensoriale, noto come la “luccicanza”…

L’ETÀ GIOVANE (Belgio 2019) di Jean-Pierre Dardenne, Luc Dardenne. Con Idir Ben Addi, Olivier Bonnaud. Drammatico. 84 min. ● Un tredicenne entrato nella spirale dell’integralismo musulmano, è indottrinato e aizzato da un iman contro la sua insegnante di lingua araba. Un film-denuncia contro i cattivi maestri…

IL SEGRETO DELLA MINIERA (Slovenia, Bosnia-Herzegovina 2017) di Hanna Antonina Wojcik-Slak. Con Leon Lucev, Marina Redzepovic. Drammatico. 100 min. ● In una vecchia miniera è sepolto uno scomodo segreto. Un minatore, contro il volere delle autorità, vuole vederci chiaro

FULCI FOR FAKE (Italia 2019) di Simone Scafidi. Con Nicola Nocella, Davide Pulici, Camilla Fulci, Enrico Vanzina. Documentario. 92 min. ● Ex collaboratori di Lucio Fulci descrivono il suo talento, i suoi affetti, e inediti materiali fotografici, audio e video, illustrando l’arte e gli aspetti umani del regista, sceneggiatore e paroliere, scomparso nel 1996, uno dei più completi cineasti italiani…

 

Fuggire per crescere ♦ Arriva il Re ♦ Halloween tragica ♦ Jus primae noctis della Morte ♦ La felicità del quasi vedovo

► Da giovedì 24 ottobre

TUTTO IL MIO FOLLE AMORE (Italia 2019) di Gabriele Salvatores. Con Claudio Santamaria, Valeria Golino, Diego Abatantuono. Drammatico. 97 min. ● Un sedicenne, con disturbi della personalità, vive con la madre e con un uomo che l’ha adottato. Ma arriva il padre naturale, che crea scompiglio nella tranquillità della casa. Il giovane decide di fuggire. Si infila nel furgone del padre, cantante da balere, ora diretto verso una tournée nei Balcani…

DOWNTON ABBEY (Gran Bretagna 2019) di Michael Engler. Con Hugh Bonneville, Jim Carter. Drammatico. 122 min. ● Downton Abbey è l’aristocratica dimora nello Yorkshire di proprietà della famiglia Crowley. Nel 1927 arriva una grande notizia: Re George V e sua moglie Mary verranno in visita e soggiorneranno presso i Crowley per una cena e una nottata. Tutta Downton Abbey si mobilita

SCARY STORIES TO TELL IN THE DARK (USA 2019) di André Øvredal. Con Zoe Margaret Colletti, Michael Garza. Horror. 108 min. ● A Mill Valley, Pennsylvania, si avvicina la notte di Halloween. Tre amici decidono di andare a far follie durante la notte. In una vecchia casa, una volta viveva una misteriosa ragazza, segregata nello scantinato, che raccontava, attraverso le pareti, storie d’orrore ai bambini, che poi facevano una brutta fine. Qui, ora, i giovani ritrovano un libro con i terribili racconti. E tutto volgerà al peggio…

VICINO ALL’ORIZZONTE (Germania 2019) di Tim Trachte. Con Jannik Schümann, Luna Wedler. Drammatico. 109 min. ● Jessica ha 18 anni e tutta una vita felice davanti a sé. Un giorno incontra un giovane, affascinante e sicuro di sé. Ma, dietro una facciata apparentemente perfetta, il ragazzo nasconde in realtà un doloroso segreto

FINCHÉ MORTE NON CI SEPARI (USA 2019) di Tyler Gillett, Matt Bettinelli-Olpin. Con Samara Weaving, Andie MacDowell. Horror. 95 min. ● Una novella sposa accetta una bizzarra tradizione della famiglia del neomarito nella notte delle nozze, durante la quale dovrà essere sacrificato un essere umano. Le cose si mettono male per la sposina, che dovrà sopravvivere fino all’alba

ONE PIECE STAMPEDE – IL FILM (Giappone 2019) di Takashi Otsuka. Animazione. 101 min. ● Grande esposizione mondiale di pirati, realizzata da pirati, un vero e proprio Festival, con tanti piacevoli e allettanti padiglioni e con tantissimi pirati, anche della peggiore specie. Per la Ciurma di Cappello di Paglia l’atmosfera si farà presto elettrica…

SOLE (Italia 2019) di Carlo Sironi. Con Sandra Drzymalska, Claudio Segaluscio, Bruno Buzzi. Drammatico. 102 min. ● Un ragazzo campa di espedienti. Un giorno un suo zio gli chiede di fingersi il padre del bambino che una ragazza polacca porta in grembo, in modo da poter poi adottare il nascituro

MISERERE (Grecia, Polonia 2018) di Babis Makridis. Con Yannis Drakopoulos, Evi Saoulidou. Drammatico. 97 min. ● Un uomo, da quando la moglie è in coma, sperimenta la pietà del mondo: gli abbracci, le attenzioni dei vicini, l’affetto degli amici, gli incoraggiamenti dei parenti. Ma poi la consorte si risveglia. E la vita torna a sorridergli… gettandolo nello sconforto

ENTRO MEZZANOTTE (Italia 2019) di Peppino Orecchia, Tony Gangitano. Con Mario Opinato, Giulia Jelo, Mimmo Mignemi. Drammatico. 90 min. ● La vita sciagurata di un senzatetto, in un sistema sociale indifferente, tra furti, droga, incontri disperati, lame di coltello, compagni di cella, cartoni per dormire da contendersi con gli altri…

VIVERE, CHE RISCHIO (Italia 2019) di Michele Mellara, Alessandro Rossi. Documentario. 115 min. ● Immagini di repertorio e testimonianze per l’illustrare la vita di uno dei più brillanti scienziati di questo secolo: l’oncologo bolognese Cesare Maltoni, fondatore dell’Istituto Ramazzini e ricercatore sul cancro di fama mondiale. Le sue intuizioni sulle sostanze industriali cancerogene e l’impegno per promuovere l’importanza della prevenzione

Abusi ♦ Identità da Facebook ♦ Primo al Royal Ballet ♦ La Malefica Jolie ♦ Avvocato azzeccaguai ♦ Plotone di morte

Da giovedì 17 ottobre  

GRAZIE A DIO (Francia 2019) di François Ozon. Con Melvil Poupaud, Denis Ménochet. Drammatico. 137 min. ● Un uomo viene a sapere che il prete, che aveva abusato di lui quando era un piccolo scout, officia sempre a contatto con i bambini. Inizia allora la sua personale battaglia con l’aiuto di altre due vittime per raccontare le responsabilità del prete

IL MIO PROFILO MIGLIORE (Francia 2019) di Safy Nebbou. Con Juliette Binoche, François Civil. Drammatico. 101 min. ● Una docente universitaria sulla cinquantina, e con due figli, ha una relazione con un uomo più giovane di lei che la desidera sessualmente. Lei ha un’idea: crearsi una falsa identità su facebook. Entra così in contatto con un giovane fotografo che collabora con il suo amante

JESUS ROLLS – QUINTANA È TORNATO (USA 2019) di John Turturro. Con John Turturro, Bobby Cannavale. Drammatico. 85 min. ● Una donna, uscita di prigione, si unisce ad un gruppo di ladruncoli formato da Jesus Quintana e Petey. Le loro azioni, criminali o involontariamente buone, sono interrotte solo dai sentimenti d’amore che cominciano a provare tra di loro…

YULI – DANZA E LIBERTÀ (Spagna 2018) di Icíar Bollaín. Con Carlos Acosta, Edison Manuel Olbera. Biografico. 109 min. ● Un bambino è costretto dal padre a frequentare la rinomata Escuela Nacional Cubana de Ballet. Dopo anni di difficoltà e umiliazioni, conquisterà il mondo della danza, diventando primo “principal” di colore del Royal Ballet. Senza mai dimenticare le proprie origini

MALEFICENT – SIGNORA DEL MALE (USA 2019) di Joachim Rønning. Con Angelina Jolie, Michelle Pfeiffer. Fantastico. 118 min. ● Secondo capitolo di Maleficent con Angelina Jolie nei panni di Malefica, che continua il suo complesso rapporto con la futura Regina. Intanto si formano nuove alleanze e affrontano nuovi avversari per proteggere la brughiera e le creature magiche che la abitano

SE MI VUOI BENE (Italia 2019) di Fausto Brizzi. Con Claudio Bisio, Sergio Rubini, Dino Abbrescia. Commedia. 100 min. ● Un avvocato di successo, ma in grave depressione, veste i panni di un buon samaritano pasticcione che, volendo fare del bene ai suoi cari, finisce per devastare la vita a ognuno di loro

THE INFORMER – TRE SECONDI PER SOPRAVVIVERE (USA 2019) di Andrea Di Stefano. Con Joel Kinnaman, Rosamund Pike. Drammatico. 113 min. ● La vita d’un soldato delle forze speciali, congedato con onore, viene stravolta quando viene arrestato dopo una lite per proteggere sua moglie. Ma gli viene data la possibilità di una scarcerazione anticipata in cambio dei suoi servizi come informatore per l’FBI

THE KILL TEAM (USA 2019) di Dan Krauss. Con Nat Wolff, Alexander Skarsgård. Drammatico. 87 min. ● Un giovane militare, di stanza a Kabul, fa parte di un plotone a cui è assegnato il compito di presidiare la zona e individuare possibili cellule terroristiche. Scoprirà che il plotone è un branco di assassini, il cui unico scopo è uccidere e abusare delle popolazioni locali. Denunciare la situazione rischiando la vita?…