LIBRI – Interno di famiglia napoletana. Vita, vicissitudini ed eventi. Quasi un secolo di storia in una saga al femminile

Silvana Campese, napoletana, scrittrice, attivista col nome di Medea in un gruppo femminista, pubblica il romanzo “Parthenope Inferno Celeste – I molteplici volti dell’umanità”, Ed. Phoenix Publishing, storia di una saga familiare ambientata a Napoli a partire dalla fine della Prima Guerra Mondiale fino agli albori del Terzo millennio.
Attraverso vite, vicissitudini, passaggi epocali e molteplici eventi, anche naturali come il terremoto del 1980, e seguendo le esperienze umane dei numerosi personaggi di primo e secondo piano, l’autrice ha ricostruito un quadro storico-politico dell’epoca in cui si svolgono i fatti, cogliendo l’occasione per descrivere luoghi, abitudini, tradizioni, nonché, le caratteristiche di un popolo.
Non ricostruisce l’iter familiare cronologicamente, ma utilizza la memoria e le narrazioni delle protagoniste, dapprima Carmela, poi la figlia Maria (che è la vera protagonista del romanzo, con il nome di Parthenope, simbolo di ogni donna che fronteggia la realtà con le proprie forze), nonché le giovani nipoti Justine e la cugina che porta il nome della nonna.
Silvana Campese ha in precedenza pubblicato il romanzo “Prisma”; la raccolta di racconti “Strada facendo”; l’epistolario tenuto con il poeta Lello Agretti “Contrappunto per soli timpani ed oboe” e il romanzo fantapolitico “Il ritorno di Cisarò”.

Silvana Campese, “Parthenope Inferno Celeste. I molteplici volti dell’umanità”, Edizioni Phoenix Publishing 2020, € 14.

Anche il teatro alla Scala, in materia di contenimento del contagio da Covid-19, rivede il calendario degli spettacoli

MILANO, mercoledì 11 marzo – In ottemperanza al decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020 in materia di contenimento del contagio da Covid-19, anche il Teatro alla Scala ha sospeso le rappresentazioni e l’attività artistica fino al giorno 3 aprile. (Lo stesso Museo Teatrale alla Scala resterà chiuso fino al 3 aprile.)
Inoltre, la Direzione del Teatro rende noto che, per l’impossibilità di radunare le masse artistiche per le prove degli spettacoli che avrebbero dovuto essere preparati nel corso del mese di marzo, anche il calendario di aprile subirà di conseguenza delle modifiche.
In attesa di poter comunicare una programmazione certa e definitiva sono state cautelativamente sospese le vendite degli spettacoli d’Opera Pelléas et Mélisande di Claude Debussy (in cartellone dal 4 al 24 aprile), e Tannhäuser di Richard Wagner (dal 23 aprile al 27 maggio); il Balletto Madina di Fabio Vacchi e Mauro Bigonzetti (dal 22 marzo al 16 aprile; il Concerto Sinfonico previsto in aprile con la Filarmonica della Scala diretta da Iván Fischer; le rappresentazioni de La Cenerentola per i bambini del 4 e del 5 aprile e del concerto della Piccola Filarmonica lo stesso 5 aprile.
La nuova programmazione e le informazioni relative a biglietti e turni di abbonamento saranno comunicate non appena disponibili. Tutte le informazioni saranno pubblicate anche sul sito:
www.teatroallascala.org

Tra stupri torture e violenze, torna al Piccolo “La tragedia del vendicatore”, classico barocco di Thomas Middleton

MILANO – Al Teatro Strehler, dal 22 al 28 febbraio, torna in scena, con la stessa distribuzione (sono cambiati solo due personaggi, Junior e il Direttore del carcere) “La tragedia del vendicatore”, classico barocco di Thomas Middleton (1580-1627), con la regia “dark” firmata da Declan Donnellan per il Piccolo Teatro. Tra ironia, intrighi, congiure e travestimenti, racconta la storia di una sanguinaria vendetta in una corte italiana del Seicento.
Il precedente allestimento è andato in scena, sempre al Teatro Strehler, dal 9 ottobre al 16 novembre 2018 (qui la nostra recensione)
Dopo le recite milanesi, lo spettacolo sarà in tournée a Londra (Barbican Theatre, dal 4 al 7 marzo), a Madrid (Teatro Valle-Inclán, dall’11 al 14 marzo) e a Sceaux, Francia (Les Gémeaux, Scène Nationale, dal 18 marzo al 2 aprile).

 

Biennale Venezia 2020. Calendario delle sezioni di Danza, Architettura, Teatro, Musica. E della 77ma Mostra del Cinema

VENEZIA, 6 febbraio – Il Cda della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta, ha comunicato le date delle attività della Biennale 2020.

Questo il calendario delle manifestazioni:

17ma Mostra Internazionale di Architettura, diretta da Hashim Sarkis – 23 maggio – 29 novembre;
Biennale Danza, diretta da Marie Chouinard, 5 – 14 giugno;
Biennale Teatro, diretta da Antonio Latella, 29 giugno – 13 luglio;
77ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, diretta da Alberto Barbera, 2 – 12 settembre;
Biennale Musica, 25 settembre – 4 ottobre, diretta da Ivan Fedele.

Sono inoltre previste le attività denominate Biennale College, nonché le attività permanenti dell’Asac e Educational.