Out Off dal vivo. Ma in diretta su YouTube. Il comunicato del Teatro. La presentazione dello spettacolo “Ghiaccio”

MILANO, venerdì 17 aprile Il comunicato dell’Out Off:
“Dal 25 febbraio al 1 marzo avrebbero dovuto andare in scena gli spettacoli “Short skin”, “Ghiaccio” e “Il nulla” di Aia Taumastica, ma in seguito all’ordinanza del 23/02/2020 emanata dal Ministero della Salute e da Regione Lombardia per l’emergenza Coronavirus erano stati riprogrammati (con molto ottimismo) nella settimana dal 14 al 19 aprile. Purtroppo, il persistere dell’emergenza non ci ha permesso di confermare questa riprogrammazione. Vogliamo però lanciare un segnale di speranza, anche in ragione delle informazioni ogni giorno un pochino più confortanti e dare un incoraggiamento a tutti noi chiusi nelle nostre case. Insieme ad Aia Taumastica abbiamo deciso di proporre nei prossimi giorni la diretta dello spettacolo “Ghiaccio” di e con Massimiliano Cividati che dalla sua abitazione si collegherà con il musicista Andrea Zani per realizzare lo spettacolo dal vivo. Dopo i primi passi fatti nel mese di marzo insieme a Roberto Trifirò e a Kafka questo nuovo esperimento con Aia Taumastica prova a proseguire la sperimentazione della diretta online cercando di trovare altri modi per declinare il teatro. Certamente la presenza del pubblico nel teatro è insostituibile, ma dobbiamo in ogni caso reagire in modo creativo all’immobilismo a cui ci obbligherebbe la situazione di distanziamento sociale”.

GHIACCIO, progetto testo e regia di Massimiliano Cividati, con Massimiliano Cividati e con Gennaro Scarpato, percussioni, e Andrea Zani, pianoforte (nella foto), assistente alla regia: Raffaella Bonivento. Compagnia Aia Taumastica, istituzione lombarda che dal 1998 lavora alla ricerca nel contemporaneo spaziando dalla riappropriazione dei classici, alla reinvenzione di una narrazione epica svincolata da tangenze con il sociale, fino ad una partitura scenica più commovente di teatro principalmente di azione e fisico. La sua naturale vocazione è per un teatro di regia e d’attore attorno a progetti di drammaturgia e di scrittura scenica originali che combinano parola e azione fisica e che nascono da rigorosi progetti narrativi.

Ventidue mesi fra i ghiacci – Sir Ernest Shackleton e il suo equipaggio rimasero 22 mesi prigionieri dei ghiacci in una folle esplorazione antartica, dove la natura è sempre pronta ad annientare i suoi ospiti. Scott, Amundsen e Shackleton sono stati gli ultimi pionieri di una sfida alla natura prima dell’era tecnologica. Sir Ernest Shackleton e i 27 membri del suo equipaggio nei 22 mesi trascorsi prigionieri dei ghiacci ci hanno lasciato, attraverso i loro diari, le foto e le riprese, un’avvincente testimonianza dell’ultima esplorazione dell’età eroica…