PALCOSCENICO

Werther. Il supremo sacrificio immolato al dovere. E, per un debole e psichicamente fragile, non resta che il suicidio

(di Carla Maria Casanova) MILANO, martedì 11 giugno ► Werther, capolavoro di Jules Massenet, torna alla Scala dopo 44 anni. È un’opera difficile, volendo attenersi ai goethiani “dolori del giovane  segue

Così viene cancellata l’Odissea. Ma la faranno rinascere gli attori sui gradoni di Pompei. E con i versi di Emilio Isgrò

(di Andrea Bisicchia) - C’è stato un momento in cui abbiamo registrato un vero e proprio attacco ai classici, accusati di essere razzisti, di raccontare guerre cruente, di portare in scena trame  segue

Il “mitico” Hans Fazzari ha presentato il ricco e prestigioso cartellone delle cinquantenarie “Serate Musicali 2025”

MILANO, venerdì 31 maggio ► (di Carla Maria Casanova) -Hanno già festeggiato la loro cinquantesima stagione, Le Serate Musicali, nate nel 1971 da “una idea peregrina” di Hans Fazzari, il “più antico”  segue

Cinema

Wenders racconta l’arte “monumentale” di Kiefer: i ricordi, l’oscurità, il mito. Fra storia e poesia, macerie e vita. In 3D

(di Patrizia Pedrazzini) - Anselm Kiefer, tedesco del Baden-Württemberg, classe 1945, pittore e scultore, è universalmente riconosciuto come uno dei maggiori artisti esistenti. I suoi lavori grondano  segue

Visita del Papa in un orfanotrofio femminile. Paolo Rossi prepara un concerto. Un disastro. Provvederà una servetta

(di Marisa Marzelli) - Gloria! è un film musicale ma non il classico musical tradizionale all’americana; è una frizzante commedia musicale in costume, ambientata alla fine del ‘700 in un modesto  segue

Mostre

Il mondo (e una Milano da bocciare) nei quaderni dei bambini delle scuole elementari, dagli anni ’40 fino ad oggi

MILANO, lunedì 22 aprile ► (di Emanuela Dini) -È stato inaugurato, domenica 21 aprile, il Museo dei quaderni di scuola, quello che si potrebbe definire “un gioiellino”. In un’unica stanza di circa 60 metri quadrati, al primo piano (senza ascensore) all’interno di un palazzo vecchiotto in pieno centro a Milano, si spalanca il mondo visto dai quaderni dei bambini. Attenzione; non è un’esposizione “di quaderni”, anche se disposti sugli scaffali ne compaiono una decina, sfogliabili e leggibili, con  segue

Cézanne e Renoir. Così diversi, così vicini. A Milano il confronto fra due giganti dell’Impressionismo. In 52 opere

MILANO, mercoledì 20 febbraio ► (di Patrizia Pedrazzini) - Centocinquant’anni fa, per l’esattezza il 15 aprile del 1874, riuniti nello studio parigino del fotografo Nadar, in Boulevard des Capucines, 31 artisti innescarono, con una grande mostra, una rivoluzione destinata a cambiare nel profondo il modo di intendere e di fare pittura: l’Impressionismo. Ora due di loro, Paul Cézanne e Pierre-Auguste Renoir, approdano, direttamente dall’Orangerie e dal Musée d’Orsay della capitale francese, a  segue

Libri

Testi narrativi, teatrali, saggistici, epistolari. Il dramma dell’uomo, fra anima, idee e psiche. Insomma, Pirandello

(di Andrea Bisicchia) - Diretta da Rino Caputo, docente di Letteratura Italiana, all’Università di Roma, “Pirandelliana”, la rivista monografica internazionale di Studi e Documenti, dedicata all’Opera di Pirandello, è alla sua diciassettesima edizione, con contributi che hanno approfondito tematiche diverse, dal rapporto tra Pirandello e Freud, ovvero al teatro come spazio della psiche, al rapporto con il Diritto, con incursioni dentro i testi narrativi, teatrali, saggistici, epistolari,  segue

Al di là dei canoni tradizionali. Testi e saggi sul suono. Per approfondire elettronica sperimentalismo puntillismo

(di Andrea Bisicchia) - Ci siamo occupati, sulle pagine di questo giornale, di John Cage (1912-1992), recensendo il volume “Un anno a partire da lunedì. Dopo il silenzio”, che conteneva scritti inediti, per l’Italia, che ci hanno permesso di addentrarci su una delle figure di riferimento più importanti, del secondo dopoguerra, per artisti di teatro, di arti visive e di musica, in particolare quella del minimalismo, alquanto spregiudicata, che ebbe la capacità di fondersi con quanto accadeva di  segue