PALCOSCENICO

In alto mare, dopo le dimissioni di Escobar, la designazione del nuovo Direttore del Piccolo Teatro / Teatro d’Europa

(di Paolo A. Paganini) - C’è chi parla addirittura di un golpe, di un’assenza strategica per mettere il consiglio di amministrazione in difficoltà, se non in minoranza. Sta di fatto che mentre tutti,  segue

Piccolo Teatro. Il calendario d’autunno. E, a seguire, la stagione 2021. L’ultimo cartellone firmato da Sergio Escobar

… Il Teatro senza pubblico non è. Il Teatro è un corpo a corpo tra gli attori in palcoscenico e la gente, il pubblico in platea. Il Teatro è questa relazione artistica, umana, sociale… «Il Teatro è  segue

Il “Rigoletto” della ripresa. Truculento cine-kolossal al Circo Massimo. Ma, grazie a Michieletto, evitato l’effetto discoteca

ROMA, venerdì 17 luglio ► (di Carla Maria Casanova) Mentre potenti supersonde indagano la “vera” faccia del sole scoprendo che è un parapiglia di esplosioni infuocate, la piccola misera terra cerca di  segue

Cinema

Locarno, un Festival a spizzichi e bocconi, fra tre sale e in streaming. E quest’anno Piazza Grande sarà solo un ricordo

LOCARNO, martedì 4 agosto ► (di Marisa Marzelli) Stretto tra le date di Cannes (che ha gettato la spugna) e quelle di Venezia (che orgogliosamente annuncia di svolgersi dal vivo), anche il Festival di  segue

“Lacci”, di Daniele Luchetti, apre la 77ma Mostra di Venezia. I film in concorso. Informazioni, statistiche, curiosità

Venezia, 28 luglio 2020 – "Lacci", diretto da Daniele Luchetti (La nostra vita, Mio fratello è figlio unico, Il portaborse) e interpretato da Alba Rohrwacher, Luigi Lo Cascio, Laura Morante, Silvio  segue

Mostre

A Forte Marghera. Le Divine della Mostra del Cinema in 92 fotografie (1932-2018). Poi, tutti gli altri settori ai Giardini

VENEZIA MESTRE, giovedì 16 luglio – Rimarrà aperta fino all’1 novembre a Forte Marghera (Polveriera austriaca, via Forte Marghera 30, Venezia Mestre) la mostra fotografica “DIVINE. Ritratto d’attrici dalla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica 1932 – 2018”, a cura del Direttore artistico della Mostra del Cinema Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale di Venezia con il suo Archivio Storico. La mostra comprende 92 fotografie provenienti dall’Archivio Storico della Biennale, divise  segue

A Milano la luce e il buio di La Tour, il Caravaggio francese. Popolani, santi, mendicanti. Al bagliore fioco di una candela

MILANO, sabato 8 febbraio ► (di Patrizia Pedrazzini) - Oggi che il mondo artistico internazionale lo ha ormai da decenni ampiamente riscoperto e studiato (anche se ancora non completamente), non stupisce che venga definito il “Caravaggio francese”. Ma, fino al primo Novecento, di Georges de La Tour, nato in un borgo della Lorena nel marzo del 1593 e morto il 30 gennaio del 1652 in un paese poco lontano della stessa regione, si conosceva ben poco. Se non fosse stato per lo storico dell’arte  segue

Libri

Due “ingegneri” della ragione, de Bortoli e Salvatore Rossi. Riflessioni sulla funambolica instabilità dell’edificio Italia

(di Piero Lotito) Immaginiamo di trovarci nella sala più elegante di un fatiscente palazzo nobiliare – l’Italia di oggi – nel mezzo d’una chiassosa festa di compleanno che di festoso, in realtà, ha molto poco, percorsa com’è da velenosi battibecchi, maldicenze, scurrilità e altre sguaiataggini. Immaginiamo inoltre che, al colmo della confusione, due invitati decidano di lasciare l’impossibile compagnia per appartarsi in un lontano salottino e qui finalmente conversare sul destino di quella sala  segue

Giulio Giorello, tra cielo e terra, tra presente e passato, tra discipline culture e lingue diverse. Libero e indipendente

(di Andrea Bisicchia) Ciò che mi affascinava di Giulio Giorello era la competenza, oltre che una grande generosità. Era uno spirito celeste, sempre proiettato tra cielo e terra, libero di muoversi, non solo nella sua disciplina, ma anche tra altre, viste sempre alla luce delle sue conoscenze. Era solito indagare il presente proiettandolo nel passato, persino nei miti greci e in quelli orientali, come nel volume, pubblicato da Cortina, “Prometeo, Ulisse, Gilgames”, l’editore che propone oggi,  segue