Anche le teste di legno hanno la loro “giornata mondiale”, e così Grugliasco diventa capitale italiana delle marionette

marionetteGrugliasco il 20, 21 e 22 marzo ospiterà la Giornata Mondiale della Marionetta, una manifestazione che si svolgerà contemporaneamente in tutti i continenti. L’evento è promosso dall’UNIMA (Union Internationale de la Marionnette), che è la più antica associazione teatrale esistente, essendo stata fondata a Praga nel 1929. Attualmente è presente in ben ottantatre paesi.
Dopo Maiori (2013) e Roma (2014), Grugliasco è stata scelta per rappresentare l’Italia in quanto sede dell’Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare: un centro studi che, unitamente ad altre realtà di ricerca e alla memoria vivente delle famiglie d’arte, ha svolto un intensissimo lavoro di salvaguardia e valorizzazione di un genere di teatro che possiede radici antichissime e che in Italia ha sviluppato linguaggi variegati e originalissimi, venendo a svolgere un’imprescindibile funzione sociale e culturale.
Questa grande ricchezza storica ha permesso all’UNIMA/Italia di costituire una Rete tra i principali musei e le maggiori collezioni nazionali di teatro di figura. Data l’unicità e la preziosità dei materiali conservati e del sapere tramandato, la rete degli archivi UNIMA/Italia è stata candidata a essere inclusa nel Registro della Memory of the World dell’UNESCO.
La Giornata Mondiale della Marionetta si apre con un convegno proprio su questo riconoscimento internazionale per poi proseguire con un variegato programma di eventi spettacolari. Per tre giorni Grugliasco si popolerà di marionette, burattini, fantocci, pupi, ombre. Sono previste due mostre: una dedicata alla scenografa e costumista Santuzza Calì, e l’altra a un grandioso défilé per ottocento danzatori e seicento marionette ideato da Torinodanza Festival/Fondazione Teatro Stabile di Torino per la Biennale de la Danse de Lyon, dieci spettacoli e due piccole maratone notturne in cui si alterneranno in brevi performance una ventina di burattinai e narratori per un totale di circa trenta compagnie coinvolte. La manifestazione si chiuderà nel pomeriggio di domenica 22 marzo con una grande parata pulcinellesca nel centro storico di Grugliasco.

Convegno, mostre e spettacoli si svolgeranno nei vari spazi teatrali del Parco Culturale Le Serre in via Tiziano Lanza 31 a Grugliasco. Ingresso libero a tutti gli eventi.
Info 360457237.