“Cinquant’anni di teatro con Giorgio Strehler”, racconto per immagini di Ezio Frigerio. Mercoledì 22 al Teatro Studio

MILANO, domenica 5 febbraio – “Cinquant’anni di teatro” con Giorgio Strehler è il titolo del racconto per immagini con cui lo scenografo Ezio Frigerio testimonia un’esperienza artistica e umana straordinaria – quella che lo ha legato al “suo” regista –, un percorso che ha prodotto una serie di titoli, tra prosa e opera lirica, destinati a lasciare una traccia indelebile nella storia del teatro europeo (nell’immagine un bozzetto dello spettacolo La Trilogie de la Villégiature di Goldoni, messo in scena nel 1978 al Théâtre de l’Odéon di Parigi).
Edito da Skira, in oltre 170 pagine illustrate il libro racconta la genesi di 23 spettacoli a partire dalla scenografia. Con una prosa personale e appassionata, a corredo dei bozzetti e delle fotografie delle messe in scena, Frigerio racconta il continuo confronto-scontro con Strehler, per approdare a una sintesi, a un’estetica condivisa che lasciasse senza fiato il pubblico all’apertura del sipario.
In appendice al volume, in una lunga intervista rilasciata alla giornalista Maria Grazia Gregori, Frigerio rievoca il primo incontro con Strehler e il progressivo consolidarsi di un rapporto di stima e di sincera amicizia. È una commedia umana durata cinquant’anni, il romanzo di una vita alla continua ricerca di una bellezza effimera ma incredibilmente destinata all’immortalità.
In occasione della presentazione del volume al Teatro Studio sarà proiettato un filmato in cui le meravigliose immagini degli spettacoli di Strehler commentate da Frigerio rievocano la storia delle principali creazioni condivise dai due artisti.