Dal 21 giugno all’8 settembre: “Estate al Castello” con 71 appuntamenti di prosa, concerti, danza, musical e cabaret

Milano, domenica 28 aprile – La nuova stagione di “Estate al Castello”, la rassegna di spettacoli live promossa e coordinata dal Comune di Milano nell’ambito del palinsesto “Milano è Viva”, partirà il 21 giugno. Fino all’8 settembre, anche quest’anno sul palco del Cortile delle Armi del Castello Sforzesco, saranno in programma 71 spettacoli, con diversi appuntamenti gratuiti e molti a prezzo calmierato (inferiore o uguale a 15 euro). La rassegna anche quest’anno può contare su una platea di 2300 posti, che ha permesso di inserire in programma nomi prestigiosi del mondo musicale italiano e internazionale, come Ariete, Venerus, Margherita Vicario, Calexico, The Cinematic Orchestra, Tullio De Piscopo, Yves Tumor, Marlene Kuntz, Dente, Daniele Silvestri e Cristina Donà, ma anche dal mondo della divulgazione scientifica, narrativa e comica come Mario Calabresi, Massimo Recalcati, Alessandro Bergonzoni, Arianna Porcelli Sofanov.
Anche in questa edizione, “Estate al Castello” unisce in un unico calendario musica, teatro, narrazione, club culture, danza.
La rassegna, sotto la direzione artistica di Giulia Cavaliere, si aprirà il prossimo 21 giugno in occasione della Festa Internazionale della Musica con il concerto di Ariete, classe 2002, rivelazione sanremese del 2023 con un passato nella discografia indipendente, voce innovatrice nel panorama della musica d’autore italiana.
A chiudere, in una due giorni firmata ARCI, ci saranno invece due cantautrici, Cristina Donà e Margherita Vicario, la prima con alle spalle una lunga storia artistica e la seconda vera e propria rivelazione degli ultimi anni, e in queste settimane nelle sale italiane come regista e autrice del film “Gloria!”.
Oltre alla musica, che ritrova anche realtà nate in città come il CPM di Franco Mussida, anche il teatro avrà grande spazio in rassegna: dai grandi teatri cittadini – come il Piccolo Teatro d’Europa, il Teatro Franco Parenti e il Teatro Carcano – fino alle tante realtà teatrali più piccole e militanti che rendono vivo quotidianamente il tessuto culturale milanese, tra cui: Manifatture Teatrali Milanesi, Compagnia Corrado D’Elia, PACTA arsenale dei teatri, Spazio Tertulliano e Atir.
Accanto a queste, alcune proposte ibride, tra teatro e performance, come DRAMA, il queer cabaret più grande d’Italia, che prenderà vita al Castello Sforzesco nel fine settimana del Pride, il 30 giugno; oltre a numerosi talk e spazi di divulgazione con protagonisti d’eccellenza, da Mario Calabresi a Massimo Recalcati.
Una precisa volontà dell’Amministrazione nella creazione del palinsesto è stata sin dal principio quella di dare spazio a realtà sociali e culturali diverse: sul palco del Castello Sforzesco ci saranno anche due spettacoli organizzati dagli operatori Opera Liquida e Le Crisalidi, che vedranno come protagonisti in scena detenuti ed ex detenuti; e poi spettacoli di danza e quelli pensati per i più piccoli, fino alle serate organizzate da un’importante realtà cittadina come Santeria – che la notte di Ferragosto darà vita al Gran Ballo di Mezza Estate in pieno stile Balera dell’Ortica al centro del Castello. Non mancheranno dj set con protagonisti di rilievo, tra cui Mike Joyce degli Smiths, Venerus e Max Cooper.
All’interno della rassegna troveranno inoltre spazio due veri e proprio micro-festival: due serate, il 26 e il 27 giugno, organizzate dal Festival della Bellezza e le due serate finali organizzate da ARCI.