Il CdA ha designato oggi il bolognese cinquantaquattrenne, Claudio Longhi, Direttore del Piccolo Teatro di Milano

Milano, martedì 6 ottobre – Claudio Longhi, nato a Bologna 54 anni fa, dopo Sergio Escobar, dimissionario dal 31 luglio. è il nuovo direttore del Piccolo Teatro di Milano. La decisione è arrivata nel pomeriggio, dopo la riunione del CdA del teatro, che ha deliberato di proporre il nome di Longhi al ministro per i Beni e le attività culturali e per il turismo.
Professore ordinario in Discipline dello spettacolo all’Università di Bologna e, dal 2017, direttore di Emilia Romagna Teatro, centro di produzione teatrale che gestisce cinque teatri: Arena del Sole (Bologna), Storchi (Modena), Delle Passioni (Modena), Bonci (Cesena) e Dadà (Castelfranco Emilia). In passato, Longhi si è occupato di storia della drammaturgia, della regia e dell’attore. Per anni ha lavorato al fianco di Luca Ronconi, facendo prima da assistente alla regia e in seguito da regista assistente.
Ora, dopo alcuni mesi di tensioni, incomprensioni, nell’ambito del CdA del Piccolo Teatro, dove all’interno è mancato, fin dall’inizio, l’accordo tra rappresentanti del Comune e Regione, finalmente, in data odierna – con poche righe scarne e burocratiche, con un freddo stile, che fa maliziosamente pensare a qualche malumore o a una eccessiva prudenza – finalmente è stato diramato il seguente comunicato:
Il Consiglio d’Amministrazione del Piccolo Teatro di Milano, riunitosi oggi, martedì 6 ottobre 2020, ha deliberato di proporre al Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, per la nomina di direttore del Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa, il prof. Claudio Longhi, attuale direttore di Emilia Romagna Teatro Fondazione”.