Il Piccolo Teatro, Porta d’Europa: crocevia di artisti. Sedici giorni di spettacoli. Allestimenti e linguaggi di otto nazioni

Milano Porta Europa – Si svolgerà, dal 4 al 19 maggio, la seconda edizione di “Presente Indicativo” il festival internazionale di teatro, promosso dal Piccolo Teatro di Milano-Teatro d’Europa, che quest’anno ha come sottotitolo Milano Porta Europa: Milano diventa, per due settimane, il centro della scena europea, motore di una riflessione critica sull’Europa e sul suo futuro.
Europa da intendersi come orizzonte culturale, esteso ben al di là dei confini fisici e politici che tradizionalmente la definiscono: crocevia di artisti, geografia policroma e frastagliata di linguaggi, esperienze, sguardi. È un terreno sul quale fiorisce un’idea di teatro attento a valorizzare una tradizione nazionale, sia nel repertorio sia nelle espressioni delle nuove generazioni, ma capace di non esaurirsi in essa, aprendosi a un instancabile processo di contaminazione, esplorazione, ricerca e scambio in uno scenario internazionale dai grandi fermenti artistici.
Si passa, così, dal talento drammaturgico di Alexander Zeldin (Regno Unito) e Pascal Rambert (Francia, artista associato al Piccolo) a  quello visionario di Łukasz Twarkowski (Polonia), dallo sguardo d’oltre oceano di Mariano Pensotti (Argentina) e Marco Layera (Cile) per tornare a osservare le contraddizioni del Vecchio  Continente con Pablo Messiez (argentino, naturalizzato spagnolo), Marta  Górnicka(Polonia), Caroline Guiela Nguyen (Francia) e Tiago Rodrigues (Portogallo) – questi ultimi due artisti associati al Piccolo –, fino allo spettacolo che un maestro come Patrice Chéreau (Francia) ha affidato a una delle sue attrici più amate, Dominique Blanc. E ancora, in scena, il talento tutto italiano – ma con più di un riconoscimento presso il pubblico e la stampa esteri – di Davide Carnevali, Marco D’Agostin (artisti associati), Fanny & Alexander, Filippo Andreatta e il collettivo Office for a Human Theatre. Gli spettacoli disegnano rotte che attraversano i palcoscenici del Piccolo per spingersi oltre, aprendosi alla città, raccontando il festival, prima e durante, grazie a un calendario policentrico e capillare di appuntamenti, una sorta di viatico per un appassionante pellegrinaggio teatrale, una festa del Teatro e dell’Europa con:

Sedici artiste e artisti della scena europea (e non solo),

Sedici spettacoli per sedici giorni.

Due sono le produzioni del Piccolo e tre le coproduzioni, di cui due internazionali. Sei spettacoli debuttano in prima nazionale e uno in prima assoluta.

Otto, con l’Italia, i Paesi rappresentati (Francia, Polonia, Portogallo, Spagna, ma anche Argentina, Cile, Regno Unito); undici, con l’italiano, le lingue che risuoneranno (bielorusso, cinese, francese, inglese, lettone, polacco, portoghese, spagnolo, ucraino, vietnamita

Il festival Presente Indicativo – Milano Porta Europa guarda per definizione e vocazione a un orizzonte internazionale, ma senza mai trascurare il radicamento nel territorio e la necessità che ogni azione culturale ha di dialogare profondamente con esso.
Sulla scorta di questa consapevolezza, la sua programmazione si innesta sulla rete di relazioni e sinergie che il Piccolo ha stretto, nel tempo, e continua a stringere con le istituzioni della città di Milano, con gli altri teatri, con le realtà culturali metropolitane.
L’intenzione, ribadendo una convinzione tenacemente manifestata nelle ultime Stagioni, è quella di uscire dalle proprie sale e spingere l’esperienza teatrale lungo un asse spazio-temporale, non solo al di là del momento della rappresentazione – come suggerisce il ventaglio di proposte di Oltre  la scena, ma anche oltre la sua centralità fisica, estendendosi nella città con la proposta di un palinsesto di appuntamenti, sia in preparazione del festival (Aspettando il festival) sia incastonati nelle due settimane di maggio (come le Masterclass, i Walk Talk, le escursioni cinematografiche di Sguardi paralleli, all’interno di Oltre la scena Festival), che  attraversano in modo capillare i Municipi al di là del perimetro 20121, contagiando la quotidianità dei suoi spettatori. (p.a.p.)Da c.s. Piccolo Teatro.

Informazioni: Per tutti gli orari, i prezzi, i luoghi e i programmi vedere il sito:
www.piccoloteatro.org