San Silvestro a tutto streaming. E gli attori impegnati davanti a un pubblico che non c’è. Intanto i teatri rimangono chiusi

MILANO (di Paolo A. Paganini) San Silvestro senza veglioni e, soprattutto senza teatri, senza il tradizionale intrattenimento finale della mezzanotte, in felice assembramento pubblico/attori, brindando al Nuovo Anno, con spumante e panettone.
Così, i teatri cercano d’inventarsi geniali accorgimenti di sopravvivenza. Danée non ce ne sono. Ma voglia di lavorare, sì. E allora eccoli, in streaming, gli attori che fingono un pubblico che non c’è, ma recitando rispettosamente secondo programma e copione, per una fantasiosa ipotesi di spettatori, che, in una realtà senza applausi, possono anche essere tanti, via streaming o tv.
Dove sta l’equivoco? Il teatro è presenza. Di attori e di spettatori, che non necessariamente han bisogno d’una sala. Il teatro può essere anche uno spazio all’aperto, in una piazza, in una strada. Come il cibo di strada.
Guardandoli, ora, online, attori o suonatori che siano, come abbiamo visto anche recentemente nelle riprese della Scala, della Fenice eccetera, non era possibile ignorare l’imbarazzo procurato dai suonatori in mascherina, impegnati davanti a un pubblico che non c’era.
No, il teatro è un’altra cosa. Mah. Contentiamoci. E apprezziamo la dedizione, la professionalità e la generosità di musici e attori.
Quindi, ingoiamo anche quest’altra amarezza del maledetto 2020 con i teatri chiusi, e, ottimisticamente, alziamo calici beneauguranti al Nuovo Anno.
Intanto, vediamo qualche consolatorio spettacolo in streaming o in tv, molti dedicati anche ai bambini.
Ne diamo, qui di seguito, modesta campionatura, solo a titolo esemplare.

Gioele Dix, voce recitante del “Carnevale degli animali”

Gioele Dix sarà la voce recitante de “Il Carnevale degli animali & Eine kleine Nachtmusik”. Orchestra del Teatro alla Scala. Direttore Eun Sun Kim. Il concerto sarà in streaming dal 1 gennaio, ore 11, sul sito e sulle pagine FB e YouTube del Teatro e resterà online per una settimana. La fiaba è realizzata con la collaborazione di Gioele Dix. Introduzione di Nicola Savino, coordinamento scenico di Lorenza Cantini, luci di Marco Filibeck. Le scene saranno arricchite dalla fantasia grafica del disegnatore Riccardo Sgaramella. “Il Carnevale degli animali & Eine kleine Nachtmusik” è uno dei concerti per i bambini pensati e realizzati per il periodo festivo nell’ambito del progetto “Grandi spettacoli per piccoli”.

“Cantierememoria”, organizzato dal Comune di Milano e dalla Casa della Memoria, propone, fino al 6 gennaio, “Contatto. La natura del sapere”, una rassegna di eventi online, che prevede spettacoli, concerti, dibattiti, che vanno dall’arte al teatro, dalla parola alla musica. Per la prima volta, la manifestazione (ideata e curata da Maria Fratelli) si presenta interamente in rete. In programma, quattro spettacoli teatrali dell’Atir (Associazione Teatrale Indipendente per la Ricerca – Teatro Ringhiera, Milano):
31 dicembre – ore 21 – “Alla mia età mi nascondo ancora per fumare” di Rayhana, traduzione di Mariella Fenoglio, regia Serena Sinigaglia. Con Matilde Facheris, Carla Manzon, Giorgia Senesi, Irene Serini, Marcela Serli, Chiara Stoppa, Silvia Valsesia, Sandra Zoccolan.
1 gennaio – ore 21 – “Isabel Green”, testo Emanuele Aldrovandi. Regia Serena Sinigaglia. Con Maria Pilar, Perez Aspa.
3 gennaio – ore 21 – “Utoya”, testo Edoardo Erba. Regia Serena Sinigaglia. Con Arianna Scommegna e Mattia Fabris.
4 gennaio – ore 21 – “Antigone”, con la regia di Gigi Dall’Aglio (recentemente scomparso). Traduzione e adattamento Maddalena Giovannelli. Con Aram Kian, Carla Manzon, Stefano Orlandi, Francesca Porrini, David Remondini, Arianna Scommegna, Sandra Zoccolan.
Tutti gli eventi online saranno gratuiti e i laboratori per bambini e giovani saranno accessibili previa registrazione sul sito:
www.cantierememoria.it

Pirandello. Per festeggiare insieme l’arrivo del Nuovo Anno, in questo periodo così particolare che non permette al pubblico di assistere agli spettacoli in sala, il Teatro Stabile di Torino porta online nelle case una delle edizioni più applaudite di COSÌ È (SE VI PARE) di Luigi Pirandello, spiazzante versione della commedia pirandelliana firmata da Filippo Dini. Sarebbe dovuta, dopo le lunghe e fortunate tournée in Italia e all’estero, tornare in scena al Teatro Carignano, ma la situazione causata dalla pandemia non ha consentito il debutto di questa produzione che doveva andare in scena proprio nel periodo delle festività natalizie. Così lo Stabile torinese ha deciso di renderla disponibile, dal 31 dicembre 2020 (ore 21.30) al 6 gennaio 2021, sul sito web, alla pagina
www.teatrostabiletorino.it/capodanno-2020/
La regia video della ripresa integrale dello spettacolo è di Lucio Fiorentino, nella versione di Filippo Dini, segnalato come una delle migliori e più autoriali letture registiche degli ultimi anni: Dini oltre a curarne la regia, ne è anche protagonista (nei panni di un insolito Laudisi in sedia a rotelle), con un cast di primo piano: Maria Paiato, Andrea Di Casa, Benedetta Parisi, Nicola Pannelli, Mariangela Granelli, Francesca Agostini, Ilaria Falini, Carlo Orlando, Orietta Notari, Giampiero Rappa, Mauro Bernardi.

Un Capodanno diverso, senza presenze, ma con molti pensieri firmati. La singolare iniziativa è stata decisa dal Comune di Milano, per celebrare il passaggio dal 2020 al 2021, con un programma dal titolo “Pensieri illuminati” (di Felice Limosani e Beatrice Venezi). Si tratta di un’opera d’arte “totale” che unisce arti visive digitali, musica orchestrale diretta dal vivo, canto e prosa teatrale in tre spazi: Sala Fontana al Museo del Novecento e la Sala delle Cariatidi a Palazzo Reale, dove un programma musicale prevede brani della tradizione classica, eseguiti al piano da Beatrice Venezi e trattati in video arte e sonorità elettroniche da Felice Limosani. Poi, il programma proseguirà con un repertorio musicale suonato dai 52 elementi dell’Orchestra ‘I Pomeriggi Musicali’ e interpretato dal soprano Francesca Manzo. Simultaneamente, il Sagrato del Duomo diventerà il palcoscenico su cui dieci attori della Civica Scuola di Teatro ‘Paolo Grassi’ daranno voce e corpo a una selezione di messaggi inviati sul sito
www.pensierilluminatimilano.it
Fino al 31 dicembre, infatti, chiunque potrà lasciare sul sito un pensiero breve e semplice come un tweet, ispirato a uno dei tre temi dell’opera: Creato, Umanità e Futuro. La mezzanotte sarà scandita dalla video installazione dei messaggi del pubblico, trasformati in una grafica animata e proiettata sulla facciata della Cattedrale, che diventerà lo sfondo di una partitura visiva capace di ricreare la presenza, se pure virtuale, della cittadinanza nel luogo che più rappresenta la città.
“Pensieri Illuminati” verrà trasmesso dalle 22.30 del 31 dicembre sulle piattaforme: ● Live-now.comRepubblica.itYesMilano.itVideo.sky.it